Detrazione del 36% anche per le opere di interesse locale: Legge n. 2/2009

In sede di conversione in Legge n. 2/2009 del Decreto anticrisi, l’applicazione della detrazione del 36% è stata estesa anche alle spese sostenute per finanziare la realizzazione di “microprogetti di arredo urbano”, ovvero opere di interesse locale promosse dai cittadini senza oneri per l’ente locale.

I soggetti erogatori possono portare in detrazione (36%) i contributi per la formulazione e realizzazione delle proposte, mentre il gruppo attuatore del progetto non è soggetto ad oneri fiscali, ad eccezione dell’IVA, e amministrativi.

Entro due mesi dalla presentazione della proposta, l’ente locale può, con motivata delibera, disporre l’approvazione della proposta e regolare le fasi del processo di realizzazione delle opere, che risulteranno acquisita a titolo originario nel patrimonio indisponibile dell’ente. Il silenzio dell’ente locale avrà valore di rifiuto.

Salvo diversa previsione a livello locale, le disposizioni si applicano a decorrere dal 60º giorno dalla data di entrata in vigore del decreto (avvenuta lo scorso 29/11/2008).

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale