f24

Estrazione dei beni dai depositi Iva: ecco i codici tributo per i versamenti in caso di controllo

1 Flares 1 Flares ×

Con la Risoluzione n. 133 del 24 ottobre 2017, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo da utilizzare per effettuare il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute a titolo di Iva, di interessi e di sanzioni, in caso di estrazione dei beni dai depositi fiscali ai fini Iva.

A seguito della nuova disciplina introdotta con il “Decreto fiscale” del 2016 per l’estrazione dei beni dai depositi Iva, l’imposta è dovuta dal soggetto che procede all’estrazione ed è versata in nome e per conto di tale soggetto dal gestore del deposito Iva, che è responsabile solidalmente riguardo al versamento dell’imposta.

Con la Risoluzione n. 45 del 7 aprile 2017 sono stati già istituiti i codici tributo per effettuare il versamento spontaneo dell’imposta.

Con la Risoluzione dell’ottobre del 2017, invece, sono stati istituiti i codici tributo per versare l’imposta e le relative sanzioni ed interessi, a seguito dell’attività di controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate.

In particolare, i codici tributo istituiti sono:

  • il codice “9974” per il versamento dell’Iva dovuta e dei relativi interessi;
  • il codice “9975” per la sanzione per omesso versamento dell’Iva.

I codici tributo in questione dovranno essere inseriti nella sezione “Erario” del modello F24, in corrispondenza della colonna degli “importi a debito versati”. Nei campi “codice ufficio”, “codice atto” e “anno di riferimento” dovranno essere riportati i dati indicati nell’atto emesso dall’Ufficio.

1 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 1 Email -- 1 Flares ×