sanita 6

Spese sanitarie nella dichiarazione precompilata: confermata la proroga dei termini

0 Flares 0 Flares ×

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 26 gennaio 2016, è stato confermato quanto anticipato in un Comunicato Stampa del 21 gennaio 2016, ossia la proroga dei termini relativi alla trasmissione dei dati delle spese sanitarie ai fini della predisposizione delle dichiarazioni dei redditi precompilate.

Secondo il Provvedimento del 26 gennaio 2016, che interviene a modificare il Provvedimento del 31 luglio 2015, nell’anno 2016, i dati delle spese sanitarie sostenute nel 2015 e dei relativi rimborsi saranno messi a disposizione dal Sistema Tessera Sanitaria all’Agenzia delle Entrate a partire dal 10 marzo 2016.

I soggetti (come medici e farmacie) tenuti a trasmettere i dati in questione al Sistema Tessera Sanitaria entro il 31 gennaio 2016 avranno ora tempo fino al 9 febbraio 2016 per effettuare tale adempimento. Dovrà comunque essere emanato un Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che disporrà quest’ultimo rinvio.

Inoltre, già in base a quanto stabilito nel nuovo Provvedimento, l’opposizione dei contribuenti alla trasmissione di tali dati dal Sistema Tessera Sanitaria all’Agenzia delle Entrate potrà essere effettuata per il 2016, per ogni singola voce, dal 10 febbraio 2016 al 9 marzo 2016. Dal 2017 in poi, invece, l’opposizione dovrà essere manifestata dal 1° al 28 febbraio dell’anno successivo al periodo d’imposta di riferimento.

Nel Provvedimento, è stato chiarito che i termini sono stati prorogati tenendo conto delle esigenze dei soggetti tenuti alla trasmissione dei dati delle spese sanitarie e per assicurare l’invio di informazioni il più possibile corrette e complete ai fini della predisposizione delle dichiarazioni dei redditi precompilate, per la prima volta da quest’anno complete anche dei dati relativi alle spese sanitarie sostenute dai contribuenti.