NULL
Novità Irpef - Ires
1 Ottobre 2021
3 Minuti di lettura

Bonus facciate: può essere in favore di un solo condomino?

Scarica il pdf

Bonus facciate. Un solo condomino potrà fruire per intero del bonus?

A presentare l’istanza di interpello è una fondazione che ha approvato un piano di dismissione del proprio patrimonio immobiliare. In virtù di questo piano, i titolari di contratti di locazione potranno acquistare la proprietà degli immobili con diritto di prelazione. Negli edifici si sono costituiti così dei condomini dei quali la fondazione fa parte in quanto proprietaria di alcune unità immobiliari non ancora vendute.

Nei diversi atti di compravendita, la fondazione si è impegnata a far effettuare dei lavori sull’intero complesso immobiliare e tale impegno è stato accettato da tutti gli altri proprietari. In particolare, nei contratti di compravendita, è stato stabilito che i lavori saranno eseguiti dalla fondazione a propria cura e spese ed in totale autonomia di gestione e gli acquirenti autorizzano la fondazione stessa ad accedere nell’edificio e, se necessario, nelle singole unità immobiliari per eseguire i lavori.

Il quesito posto all’Agenzia delle Entrate dalla fondazione riguarda la possibilità per la stessa, nella qualità di condomino che avrà sostenuto tutte le spese per l’esecuzione dei lavori nell’edificio, di fruire del bonus facciate interamente. La fondazione ha anche richiesto se potrà provvedere autonomamente, in luogo dell’amministratore del condominio, ad effettuare gli adempimenti connessi alla fruizione di tale agevolazione.

L’Agenzia delle Entrate, nella Risposta n. 628 del 28 settembre 2021, ha, in primo luogo, affermato, con riferimento al caso sottopostole, che è stata rispettata la previsione contenuta all’articolo 1123 del Codice Civile (secondo la quale le spese per le parti comuni dell’edificio sono sostenute da tutti i condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa decisione assunta all’unanimità dai condomini) in quanto tutti i condomini, negli atti di compravendita, hanno acconsentito che l’esecuzione dei lavori che riguardano l’intero complesso immobiliare sia effettuata a spese di un solo condomino, la fondazione istante.

Non è necessaria una delibera dell’assemblea condominiale, in quanto l’atto di compravendita è una dichiarazione negoziale, espressione dell’autonomia privata, che garantisce la volontà unanime riguardo all’esecuzione dei lavori nell’edificio ed al sostenimento della relativa spesa da parte di un solo condomino.

Quindi, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che la fondazione istante potrà fruire del bonus facciate, nel rispetto di tutte le condizioni richieste dalla normativa in materia, con riferimento al totale delle spese sostenute, a condizione che l’impegno ad eseguire i lavori a propria cura e spese ed in totale autonomia gestionale risulti dagli atti di compravendita e sia accettato ed autorizzato da tutti gli altri proprietari delle unità immobiliari presenti nell’edificio in cui verranno effettuati i lavori in questione.

Riguardo agli adempimenti per usufruire del bonus, l’Agenzia delle Entrate ha richiamato un chiarimento già fornito in precedenza secondo il quale, per gli interventi effettuati sulle parti comuni di un condominio, gli adempimenti necessari ai fini della fruizione dell’agevolazione possono essere effettuati da uno dei condomini a ciò delegato o dall’amministratore del condominio.

Quindi, l’istante potrà procedere ai vari adempimenti necessari per la fruizione del bonus facciate se verrà a ciò delegato. Gli adempimenti dovranno comunque essere effettuati in nome e per conto del condominio e le fatture dovranno essere intestate al condominio, in quanto si tratta di lavori su parti comuni dell’edificio.

Articoli correlati
3 Dicembre 2021
Ecco il codice tributo per l’utilizzo del Tax credit tessile.

Con la Risoluzione n. 65 del 30 novembre 2021, l'Agenzia delle Entrate ha istituito il...

3 Dicembre 2021
Malattie rare: nuovo credito d’imposta per la ricerca.

Il 27 novembre 2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge n. 175 del 10...

3 Dicembre 2021
Visto di conformità e attestazione congruità spese: le novità del Decreto anti-frodi.

L'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti riguardo alle misure adottate per il...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto