banconote 24

Estrazione di beni da deposito Iva: approvati i modelli per la prestazione delle garanzie

2 Flares 2 Flares ×

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 marzo 2017, è stato approvato il modello che deve essere utilizzato dagli intermediari finanziari e dalle banche per la costituzione di un deposito vincolato in titoli di Stato o in titoli garantiti dallo Stato in caso di estrazione di beni non comunitari da depositi Iva da parte dei soggetti che intendono fornire le necessarie garanzie richieste dalla normativa in materia per l’applicazione del meccanismo dell’inversione contabile.

Ricordiamo a tal proposito che coloro che procedono all’estrazione di beni non comunitari da depositi Iva in regime di libera pratica possono pagare l’Iva secondo il meccanismo dell’inversione contabile, qualora forniscano delle adeguate garanzie che possono consistere nel possesso di specifici requisiti di affidabilità. Qualora tali requisiti manchino, deve essere prestata un’idonea garanzia in favore del competente ufficio dell’Agenzia delle Entrate per l’importo corrispondente all’imposta dovuta per sei mesi dalla data di estrazione, seguendo le medesime modalità previste per la garanzia dovuta in caso di rimborsi Iva superiori a 30.000 Euro.

Con il medesimo Provvedimento del 28 marzo 2017, è stato approvato anche il modello che deve essere compilato dalle società o dalle banche nel caso di rilascio di polizza fideiussoria o di fideiussione bancaria che costituisca idonea garanzia per il perseguimento dello scopo suddetto.

I due modelli sono disponibili gratuitamente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

L’approvazione dei due modelli fa seguito all’introduzione delle nuove norme in materia avvenuta con il Decreto fiscale del 2016.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 Pin It Share 0 LinkedIn 1 Email -- 2 Flares ×