Nessuna riduzione della percentuale di detraibilita’ Irpef degli oneri, rinvio del versamento dei contributi Inail e conferma dell’applicabilita’ della tassa di concessione governativa ai cellulari: ecco alcune novita’ del Decreto Legge sull’emersione dei capitali all’estero.

0 Flares 0 Flares ×

Con il Decreto Legge n. 4 del 28 gennaio 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 29 gennaio 2014, sono state emanate disposizioni urgenti in materia di emersione e rientro dei capitali detenuti all’estero ed altre disposizioni urgenti in materia tributaria e contributiva e di rinvio di termini relativi ad adempimenti tributari e contributivi.

In particolare, all’articolo 2 del Decreto Legge è stata disposta la soppressione dei commi 575 e 576 della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013 (Legge di Stabilità 2014).

Tali disposizioni prevedevano, qualora non fossero stati emanati, entro il 31 gennaio, provvedimenti finalizzati alla razionalizzazione delle detrazioni Irpef per gli oneri elencati nell’articolo 15 del TUIR, una riduzione della percentuale di detraibilità dal 19 % al 18 % per il 2013 ed al 17 % a partire dal periodo d’imposta 2014.

Inoltre, il termine per il pagamento e l’invio telematico delle denunce e dei premi Inail è stato rinviato dal 16 febbraio al 16 maggio 2014. Tale rinvio è stato disposto per consentire la rapida applicazione della riduzione dei premi e dei contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali prevista dalla Legge di Stabilità per l’anno 2014. Il differimento al 16 maggio 2014 riguarda anche i premi speciali diversi dai premi speciali unitari artigiani.

Infine, è stata confermata l’applicabilità della tassa di concessione governativa anche alle apparecchiature terminali per il servizio radiomobile terrestre di comunicazione, ossia ai telefoni cellulari.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.