Bonus facciate no per scuri e persiane

Bonus facciate: non è ammesso per i lavori di riverniciatura di scuri e persiane

0 Flares 0 Flares ×

Ed ancora un quesito riguardante il “bonus facciate”.

Questa volta l’istante ha richiesto se possa essere applicata l’agevolazione in caso di spese per la tinteggiatura di scuri e persiane che insistono sulla facciata esterna di un edificio.

Nella Risposta n. 346 dell’11 settembre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha ricordato che il “bonus facciate” introdotto dalla Legge di Bilancio per il 2020 è destinato agli interventi sugli elementi delle facciate degli edifici che costituiscono la struttura opaca verticale. Si tratta, ad esempio, degli interventi di consolidamento, ripristino, miglioramento e rinnovo di tali elementi o anche degli interventi di mera pulitura e tinteggiatura della superficie esterna.

Sono escluse, invece, dal “bonus facciate” le spese sostenute per interventi su strutture opache orizzontali o inclinate dell’involucro dell’edificio, come, ad esempio, gli interventi su coperture (lastrici solari, tetti) e pavimenti che danno su locali non riscaldati o verso l’esterno o gli interventi di sostituzione di vetrate, infissi, grate, portoni e cancelli.

La conclusione espressa dall’Agenzia delle Entrate riguardo al caso specifico sottoposto alla sua attenzione è che il “bonus facciate” non spetta per le spese per lavori di riverniciatura di scuri e persiane, in quanto costituiscono strutture accessorie e di completamento degli infissi, che, come detto, sono esclusi dall’agevolazione.