NULL
Altre Novità
15 Marzo 2014

Verifiche da parte dei Collegi di professionisti sulla residenza dei propri iscritti: non si applica l’imposta di bollo

Scarica il pdf

L’Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 29 del 12 marzo 2014, ha fornito alcuni chiarimenti riguardo alla corretta applicazione della normativa in materia di documentazione amministrativa.

In particolare, l’Agenzia ha affermato che qualora un Collegio nazionale di professionisti, in qualità di ente pubblico, proceda ad acquisire direttamente le informazioni riguardo alla residenza dei propri iscritti, o ad eseguire il controllo delle dichiarazioni sostitutive da quest’ultimi prodotte, presso le Amministrazioni comunali competenti per la certificazione, trattandosi di informazioni che devono essere acquisite senza oneri, non deve essere corrisposta l’imposta di bollo.

Articoli correlati
26 Novembre 2021
Quando si può parlare di commercio elettronico indiretto e quali sono i relativi obblighi di certificazione?

Commercio elettronico indiretto ed obblighi di certificazione. A presentare l'istanza...

26 Novembre 2021
Eredi del professionista: quali sono gli obblighi Iva da adempiere?

Nel caso di morte del professionista, quali sono gli adempimenti Iva a carico degli...

26 Novembre 2021
Subentro nella locazione della casa del portiere: si può optare per la cedolare secca.

Il quesito posto all'Agenzia delle Entrate riguarda l'applicabilità della cedolare...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto