Credito imposta adeguamento ambienti di lavoro

Credito d’imposta adeguamento ambienti di lavoro: definite le modifiche

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate dell’8 gennaio 2021, sono state definite le nuove disposizioni di attuazione della disciplina del credito d’imposta introdotto dal Decreto “Rilancio” per le spese di adeguamento degli ambienti di lavoro.

Ricordiamo che si tratta di un credito d’imposta riconosciuto in relazione alle spese sostenute nel 2020 per l’adeguamento degli ambienti di lavoro. E’ utilizzabile nel 2021 esclusivamente in compensazione nel modello F24.

La Legge di Bilancio per il 2021 è intervenuta a modificare la disciplina in materia, prevedendo, in particolare, che il credito d’imposta in questione sia utilizzabile in compensazione entro il 30 giugno 2021, anziché entro il 31 dicembre 2021. Allo stesso modo, i soggetti beneficiari di tale credito d’imposta potranno optare per la cessione di esso fino al 30 giugno 2021, anziché fino al 31 dicembre 2021.

Ecco, quindi, che, con il Provvedimento dell’8 gennaio 2021, sono state apportate le necessarie modifiche a quanto disposto con il precedente Provvedimento del 10 luglio 2020 ed alle istruzioni del modello di comunicazione approvato in precedenza (da utilizzare per la comunicazione delle spese sostenute per l’adeguamento degli ambienti di lavoro).