string(14) "sidebar attiva"
Altre Novità
10 Giugno 2022
4 Minuti di lettura

Contributo per imprese del wedding e dell’intrattenimento: ecco come presentare l’istanza di accesso.

Scarica il pdf

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate dell’8 giugno 2022, sono stati definiti le modalità ed i termini di presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Legge n. 73 del 2021 (cosiddetto “Decreto Sostegni-bis”) a sostegno dei settori del wedding, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie e dell’HO.RE.CA. (Hotellerie-restaurant-catering).

In primo luogo, è stato approvato il modello da utilizzare per presentare l’istanza ed è stato descritto il contenuto informativo in esso presente.

L’istanza dovrà essere predisposta in modalità elettronica mediante la procedura disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e corrispettivi” del sito web dell’Agenzia delle Entrate o mediante procedure telematiche che rispettino i requisiti definiti nelle specifiche tecniche approvate con lo stesso Provvedimento. La trasmissione dell’istanza dovrà avvenire attraverso i canali telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. L’istanza potrà essere trasmessa direttamente dal contribuente o tramite un intermediario abilitato.

La trasmissione dell’istanza per l’accesso al contributo a fondo perduto deve essere effettuata nel periodo compreso tra il 9 giugno 2022 ed il 23 giugno 2022. In tale periodo, è possibile anche presentare una nuova istanza in sostituzione di un’istanza precedentemente trasmessa. L’ultima istanza validamente trasmessa nel periodo di riferimento sostituisce integralmente tutte le istanze precedentemente inviate. E’ possibile, altresì, presentare una rinuncia all’istanza precedentemente trasmessa che dovrà intendersi come rinuncia totale al contributo.

Le istanze prese in carico dall’Agenzia delle Entrate verranno sottoposte ad ulteriori controlli confrontandole con le informazioni presenti nell’Anagrafe Tributaria. Sulla base delle istanze validamente presentate e che hanno superato i controlli, l’Agenzia delle Entrate procederà a ripartire le risorse finanziarie fissate per ciascun settore (40 milioni di Euro per il settore del wedding, 10 milioni di Euro per il settore dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie, diverso dal wedding, e 10 milioni di Euro per il settore dell’HO.RE.CA). In particolare, il 70 % delle risorse destinate a ciascun settore sarà ripartito in uguale misura tra tutti i soggetti che operano in quel settore e che hanno validamente presentato un’istanza che ha superato i controlli; il 20 % delle risorse finanziarie a disposizione sarà ripartito, nella stessa misura, tra i beneficiari che presentano un ammontare dei ricavi per l’anno 2019 superiore a 100.000 Euro; il restante 10 % delle risorse finanziarie assegnate si aggiungerà alle precedenti ripartizioni per le imprese con un ammontare dei ricavi per l’anno 2019 superiore a 300.000 Euro.

L’Agenzia delle Entrate comunicherà al soggetto che ha presentato l’istanza di accesso al contributo o al suo intermediario delegato, nell’apposita sezione del portale “Fatture e corrispettivi”, l’importo del contributo riconosciuto e l’avvenuto mandato di pagamento del contributo o il rigetto dell’istanza ed i motivi che lo hanno determinato. Qualora l’importo del contributo spettante sia superiore a 150.000 Euro, nell’area riservata del portale sarà comunicato soltanto l’importo spettante e l’informazione destinata al richiedente che, prima che si proceda all’erogazione del contributo, dovrà trasmettere all’Agenzia delle Entrate, anche mediante intermediario a ciò delegato, l’apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa alla dichiarazione antimafia, utilizzando il modello che verrà pubblicato successivamente sul sito web dell’Agenzia delle Entrate e dovrà essere firmato digitalmente dal richiedente ed inviato tramite Posta Elettronica Certificata entro il 15 luglio 2022.

Nel Provvedimento dell’8 giugno 2022 è anche ricordato che con un Decreto adottato dal Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze il 30 dicembre 2021 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 febbraio 2022, sono stati determinati i soggetti beneficiari del contributo, l’ammontare del contributo stesso e le modalità di erogazione.

Si ricorda che il contributo spetta se le imprese hanno subito nel 2020 una riduzione dei ricavi non inferiore al 30 % rispetto ai ricavi del 2019 ed un peggioramento del risultato economico di esercizio del 2020 di almeno il 30 % rispetto a quello del 2019.

Per accedere al contributo, inoltre, le imprese devono risultare regolarmente costituite, iscritte ed attive nel Registro delle imprese alla data di presentazione dell’istanza di accesso al contributo e devono avere sede legale o operativa situata nel territorio nazionale. Per le imprese che operano nel settore del wedding, il contributo è riconosciuto soltanto se l’ammontare dei ricavi nel 2019 sia generato per almeno il 30 % da prodotti o servizi riguardanti matrimoni, feste e cerimonie.

I contributi sono erogati mediante accredito sul conto corrente bancario o postale del richiedente.

Articoli correlati
24 Giugno 2022
Contributo straordinario sugli extraprofitti contro il caro bollette: ecco gli adempimenti dichiarativi e di versamento.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 17 giugno 2022, sono...

24 Giugno 2022
Contributo straordinario a carico delle aziende energetiche: pubblicate le risposte alle domande più frequenti.

Pubblicate sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate le risposte alle domande più...

24 Giugno 2022
Comunione gratuita di terreni tra colottizzanti: quale trattamento ai fini delle imposte indirette e dirette?

Chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo alla tassazione da applicare, ai fini...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto