NULL
Altre Novità
21 Settembre 2007

Accertamenti su c/c del coniuge: servono le prove

Scarica il pdf

Con Sentenza 14 settembre 2007, n. 19213, la Corte di Cassazione si è espressa in merito alla legittimità dell’accertamento, ai fini IVA, sul conto corrente intestato al coniuge del contribuente soggetto a verifica.

Secondo la Corte, se le movimentazioni bancarie effettuate sul proprio conto devono essere provate dal contribuente, quelle eseguite sul conto della moglie o di altro familiare devono, invece, essere provate dall’Amministrazione finanziaria in merito alla “compenetrabilità” di tali operazioni con l’attività del contribuente.

In particolare, l’art. 51, D.P.R. n. 633/1972, che autorizza gli accertamenti bancari, non trova applicazione nei confronti dei conti bancari intestati esclusivamente al coniuge o ad altri familiari a meno che l’Amministrazione finanziaria non provi che l’intestazione a terzi del conto corrente sia solamente fittizia.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
17 Maggio 2024
La nuova Riforma Fiscale, il parere del Dott. Scalia.

E' in via di definizione la nuova riforma fiscale, e per capire lo stato dell'arte,...

17 Maggio 2024
Bonus badanti: accesso ai servizi per i lavoratori domestici.

Sul sito dell’INPS vi è una sezione telematica dedicata ai lavoratori domestici...

17 Maggio 2024
Tax credit ReS al via le iscrizioni all’Albo

Una volta registrati sulla piattaforma fornita dal Mimit, gli interessati ad iscriversi...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto