modello aa9

Introduzione del regime fiscale forfetario e proroga del regime dei minimi per il 2015: approvato un nuovo modello per l’inizio attività ai fini Iva

0 Flares 0 Flares ×

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 3 giugno 2015, è stato approvato il nuovo modello AA9/12 che le persone fisiche dovranno utilizzare per la dichiarazione di inizio attività, la variazione dei dati e la comunicazione della cessazione dell’attività ai fini dell’Iva.

Tale nuovo modello dovrà essere utilizzato a partire dal 4 giugno 2015.

Con il medesimo Provvedimento, sono state approvate anche le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati.

Il vecchio modello AA9/11 potrà continuare ad essere utilizzato fino al 30 settembre 2015 qualora non si scelga l’opzione per i regimi fiscali agevolati.

Inoltre, con il medesimo Provvedimento, sono state approvate le nuove istruzioni per la compilazione del modello AA7/10 per la domanda di attribuzione del codice fiscale e la dichiarazione di inizio attività, la variazione dei dati e la cessazione dell’attività ai fini Iva da parte dei soggetti diversi dalle persone fisiche.

Sono state, altresì, approvate le specifiche tecniche per la trasmissione telematica del modello AA7/10 in caso di cessazione dell’attività. 

Il modello in questione e le tecniche per la trasmissione di esso ai fini della dichiarazione di inizio attività e della variazione dei dati restano, invece, quelli approvati con il Provvedimento del 29 dicembre 2009.

Le novità si sono rese necessarie a seguito dei recenti interventi normativi che hanno previsto, a decorrere dall’anno d’imposta 2015, l’introduzione del nuovo regime fiscale forfetario, ma anche la proroga, per il 2015, del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all’articolo 27, commi 1 e 2, del Decreto Legge n. 98 del 6 luglio 2011.