NULL
Novità Iva
23 Marzo 2012

Dal primo aprile operativa la nuova soglia di cinquemila Euro per la compensazione dei crediti Iva.

Scarica il pdf

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 16 marzo 2012, come anticipato da un Comunicato Stampa dell’Agenzia medesima (newsletter Misterfisco del 19 marzo 2012), sono state definite le modalità e i termini di attuazione delle disposizioni del Decreto Legge n. 16 del 2 marzo 2012 in materia di compensazioni dei crediti Iva.

In particolare, il Decreto Legge sulle semplificazioni fiscali ha previsto la riduzione da 10.000 a 5.000 Euro annui del limite di compensabilità dei crediti Iva, annuali o infrannuali, oltre il quale i soggetti che intendono effettuare la compensazione devono necessariamente utilizzare i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Oltre tale soglia, inoltre, la compensazione dei crediti Iva può essere effettuata a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione o dell’istanza dalla quale emerge il credito.

La modifica normativa non è, invece, intervenuta riguardo a quella disposizione che prevede che i contribuenti che intendono utilizzare in compensazione crediti Iva per importi superiori a 15.000 Euro annui hanno l’obbligo di richiedere l’apposizione del visto di conformità sulle dichiarazioni dalle quali emerge il credito. Per i contribuenti soggetti a controllo contabile, il visto di conformità può essere sostituito dalla sottoscrizione della dichiarazione da parte dei soggetti che hanno eseguito il controllo.

Con il Provvedimento del 16 marzo 2012, l’Agenzia ha stabilito che il nuovo limite dei 5.000 Euro troverà applicazione a partire dal 1° aprile 2012. A decorrere da questa data, quindi, le compensazioni dei crediti Iva per importi superiori a 5.000 Euro annui potranno essere effettuate dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione o dell’istanza dalla quale emerge il credito e dovranno avvenire necessariamente mediante l’utilizzo dei servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

E’ stato, infine, precisato che al raggiungimento della soglia dei 5.000 Euro, per ciascun anno di riferimento, concorrono anche le compensazioni effettuate precedentemente al 1° aprile 2012.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
14 Gennaio 2022
Legge di Bilancio per il 2022: misure in favore dei settori dello sport e del turismo.

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021 la Legge di Bilancio per il...

14 Gennaio 2022
Legge di Bilancio per il 2022: le misure nel settore agricolo.

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021 la Legge di Bilancio per il...

14 Gennaio 2022
Legge di Bilancio per il 2022: le novità per i pensionati all’estero e per i ricercatori che rientrano in Italia.

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021 la Legge di Bilancio per il...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto