NULL
Novità Iva
17 Novembre 2012

Contabilita’ prodotta in ritardo: e’ legittimo l’accertamento induttivo ai fini Iva.

Scarica il pdf

La Corte di Cassazione, nella Sentenza n. 19871 del 14 novembre 2012, ha affermato che la normativa in materia di Iva permette il ricorso al metodo induttivo qualora il contribuente non abbia consentito l’ispezione di una o più scritture contabili obbligatorie.

Ancora, la Suprema Corte ha precisato che è irrilevante che l’indisponibilità delle scritture contabili possa essere incolpevole poiché, comunque, la circostanza in sé integra il requisito normativo della incompletezza della contabilità, con conseguente inattendibilità delle sue risultanze.

Nel caso specifico, vi era stata più volte la richiesta della documentazione contabile da parte degli agenti accertatori, ma nonostante questo la documentazione richiesta era stata prodotta soltanto dopo diversi mesi.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
12 Aprile 2024
Hai ricevuto la busta paga e non ti è stata retribuita la festività per il giorno di Pasqua? Ecco il motivo

Molti lavoratori non hanno ricevuto in busta paga alcuna retribuzione per la...

12 Aprile 2024
Detrazione Irpef 2023 invariata per atenei non statali

Le regole relative alla detrazione Irpef per le spese universitarie sostenute presso...

12 Aprile 2024
Stock option da Oic a Ias/Ifrs, deducibili solo nell’anno di passaggio

Il passaggio dalle norme contabili nazionali (Oic) agli standard internazionali...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto