unico persone fisiche 4

Tutte le risposte dell’Agenzia delle Entrate in materia di Irpef: detrazioni per spese sanitarie e interessi su mutui, bonus per acquisto di mobili, interventi di recupero edilizio

0 Flares 0 Flares ×

Nella Circolare n. 11 del 21 maggio 2014, l’Agenzia delle Entrate ha inserito le risposte ad una serie di questioni interpretative che le sono state poste in materia di Irpef dal Coordinamento Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale e da altri soggetti.

Le prime risposte riportate dall’Agenzia delle Entrate riguardano le questioni in materia di redditi. In particolare, alcuni chiarimenti sono stati forniti riguardo all’effetto di sostituzione Imu-Irpef; alla dichiarazione di canoni di locazione non percepiti; all’esenzione dall’Irpef del “contributo per autonoma sistemazione” riconosciuto ai nuclei familiari delle zone colpite dal sisma dell’Emilia Romagna che sono stati sfollati dalla propria abitazione e che hanno provveduto autonomamente alla propria sistemazione alloggiativa; alla dichiarazione di redditi da lavoro svolto all’estero.

La seconda parte riguarda le spese sanitarie. A tal proposito, è stato chiarito che le spese per prestazioni di osteopatia sono detraibili soltanto se rese da iscritti a professioni sanitarie riconosciute. Sono, inoltre, detraibili le spese sostenute per visite nutrizionali, con conseguente rilascio di diete alimentari personalizzate, eseguite da biologi, purché dal documento rilasciato dal biologo risulti la specifica attività professionale e la descrizione della prestazione sanitaria resa e anche se non vi sia prescrizione medica.

Il terzo gruppo di risposte riguarda gli interessi passivi sui mutui. In particolare, sono stati forniti chiarimenti in merito alla detraibilità degli interessi relativi ai mutui su immobili da accorpare catastalmente, alla fruibilità della quota di detrazione spettante al coniuge da parte del coniuge comproprietario e cointestatario del mutuo relativo all’abitazione principale fiscalmente a carico, alla detraibilità degli interessi in caso di immobili situati in Abruzzo divenuti inagibili a seguito del sisma.

Ancora, sono state riportate alcune risposte riguardo alla detrazione per interventi di recupero edilizio. Tali risposte riguardano la possibilità per il familiare convivente con il possessore dell’immobile di usufruire della detrazione in questione e la documentazione necessaria a tale scopo, la possibilità di beneficiare della detrazione in caso di interventi sulle parti comuni in assenza di un condominio, la detraibilità delle spese sostenute tramite finanziamento, la detraibilità delle spese in caso di bonifico con causale errata, la detraibilità delle spese in caso di acquisto di box pertinenziale.

Un’altra parte importante della Circolare è stata destinata alle risposte relative alle agevolazioni fiscali per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Le risposte riguardano gli interventi che consentono la fruizione dell’agevolazione, la possibilità di usufruire dal bonus in caso di arredo per il box pertinenziale acquistato, la procedura da seguire per l’acquisto dei mobili tramite bonifico, la documentazione da conservare in caso di pagamento mediante bancomat e carta di credito, la fruibilità dell’agevolazione in caso di acquisto di mobili all’estero, l’importo complessivo ammissibile alla detrazione.

Ancora, ulteriori chiarimenti sono stati forniti in materia di detrazione per interventi di riqualificazione energetica sugli immobili. Le questioni affrontate hanno riguardato, in particolare, gli interventi su immobili strumentali all’esercizio dell’attività.

Infine, sono state riportate dall’Agenzia delle Entrate risposte a quesiti riguardanti altre questioni, come la detraibilità delle spese per gli asili nido, la detraibilità e la deducibilità delle erogazioni liberali alle Onlus, le agevolazioni fiscali per i disabili.