NULL
Novità Irpef - Ires
1 Marzo 2014

Irap: solo l’esistenza di dipendenti non occasionali nello studio del professionista assume rilevanza

Scarica il pdf

Ancora una pronuncia della Cassazione in materia di Irap, in relazione all’esistenza di dipendenti nello studio di un professionista.

La Corte di Cassazione, nell’Ordinanza n. 4111 del 20 febbraio 2014, ha affermato che la decisione impugnata dal contribuente aveva male applicato i principi affermatisi nella propria giurisprudenza in materia di Irap.

I Giudici di secondo grado, infatti, avevano sostenuto che l’esborso per lavoro dipendente fosse di per sé condizione sufficiente per integrare il presupposto impositivo.

Non avevano, invece, considerato che solo il lavoro dipendente non occasionale, cioè strutturalmente inserito nell’organizzazione del professionista, può assumere rilievo ai fini dell’Irap.

Articoli correlati
26 Novembre 2021
Quando si può parlare di commercio elettronico indiretto e quali sono i relativi obblighi di certificazione?

Commercio elettronico indiretto ed obblighi di certificazione. A presentare l'istanza...

26 Novembre 2021
Eredi del professionista: quali sono gli obblighi Iva da adempiere?

Nel caso di morte del professionista, quali sono gli adempimenti Iva a carico degli...

26 Novembre 2021
Subentro nella locazione della casa del portiere: si può optare per la cedolare secca.

Il quesito posto all'Agenzia delle Entrate riguarda l'applicabilità della cedolare...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto