modello 730 9

Controllo preventivo sui rimborsi da 730 superiori a 4.000 Euro: l’Agenzia delle Entrate fa alcune precisazioni

Con un Comunicato Stampa del 10 giugno 2014, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che soltanto una parte dei rimborsi derivanti dalla presentazione del modello 730 di importo superiore a 4.000 Euro verranno sottoposti a controllo preventivo da parte dell’Agenzia medesima.

Il controllo in questione, infatti, è previsto limitatamente a quei rimborsi superiori a 4.000 Euro che siano determinati da detrazioni per carichi di famiglia o da crediti riportati dalla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente.

Nel Comunicato Stampa è stato, inoltre, riportato un esempio: i rimborsi superiori a 4.000 Euro derivanti da spese per ristrutturazioni o interessi passivi sul mutuo per la prima casa saranno sottoposti al controllo preventivo soltanto se nel modello 730 saranno indicati dei familiari a carico o dei crediti riportati dalla dichiarazione dell’anno precedente.

L’Agenzia delle Entrate ha evidenziato che il controllo preventivo riguarderà, quindi, una platea limitata di contribuenti (circa 100.00 persone, ossia meno dello 0,5 % dei 18 milioni di contribuenti che presentano il modello 730).

Infine, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che nella maggior parte dei casi i rimborsi sottoposti a controllo preventivo verranno comunque erogati non più tardi del mese di ottobre e, quindi, prima del termine massimo di sei mesi previsto dalla normativa.