Novità Irpef - Ires
20 Luglio 2013

Studi di settore: l’Agenzia delle Entrate fa il punto sulle novita’ per il periodo d’imposta 2012.

Scarica il pdf

Con la Circolare n. 23 del 15 luglio 2013, l’Agenzia delle Entrate ha fornito diversi chiarimenti in merito all’applicazione degli studi di settore per il periodo d’imposta 2012.

Nella premessa della Circolare, è stata evidenziata la novità rappresentata dalla pubblicazione dei Decreti del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 28 dicembre 2012 con i quali sono stati approvati 68 studi di settore che rappresentano la revisione di 69 studi precedentemente in vigore.

Con riguardo, in particolare, all’approvazione degli studi relativi alle attività economiche del settore del commercio, è stato ricordato che uno dei Decreti del Ministero dell’Economia del dicembre 2012 ha confermato che, con riferimento al periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2012 ed ai successivi, sono inutilizzabili direttamente i risultati derivanti dall’applicazione degli studi medesimi, nel caso di azione di accertamento nei confronti di:

società cooperative a mutualità prevalente,

– soggetti che redigono il bilancio in base ai principi contabili internazionali,

– soggetti che esercitano in materia prevalente l’attività di consorzi di garanzia collettiva di fidi o di Bancoposta,

– soggetti che esercitano attività d’impresa per il periodo d’imposta per il quale hanno cessato di applicare il regime dei “minimi”,

– soggetti che esercitano in maniera prevalente l’attività di affitto di aziende.

E’ stato, inoltre, ricordato che, con i Decreti del Ministero dell’Economia del marzo 2013, sono state approvate, a decorrere dal periodo d’imposta 2012, una serie di integrazioni agli studi di settore, che tengono conto degli andamenti economici e dei mercati e che sono necessari per aggiornare o istituire indicatori di coerenza.

E’ stata, altresì, approvata, con Decreto Ministeriale del maggio 2013, la “revisione congiunturale speciale” per il periodo d’imposta 2012 che si è concretizzata nell’elaborazione di specifici fattori correttivi sia per i nuovi studi evoluti, che per gli studi già in vigore.

Nella Circolare del 15 luglio 2013, sono state trattate analiticamente le principali novità relative all’applicazione degli studi di settore per il periodo d’imposta 2012:

– l’aggiornamento delle analisi della territorialità,


– gli indicatori di coerenza economica previsti dal Decreto Ministeriale del 21 marzo 2013;

– le novità previste dal Decreto Ministeriale del 28 marzo 2013 (nuovi indicatori di coerenza economica, un correttivo per alcuni studi di settore applicabili alle attività professionali relativo alle stabili collaborazioni, due correttivi specifici per lo studio di settore relativo al trasporto di merci su strada ed ai servizi di trasloco);

l’applicazione di modelli misti.

Nella Circolare sono state evidenziate anche le principali novità nella modulistica.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
23 Luglio 2021
Decreto Sostegni bis: ecco le modalità di applicazione del credito d’imposta per sanificazione ed acquisto dispositivi di protezione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 15 luglio 2021, sono...

23 Luglio 2021
Bonus facciate: sì ad interventi su parapetti dei balconi.

Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo all'applicazione del "bonus...

23 Luglio 2021
Sisma bonus per acquirenti: sì se l’asseverazione è presentata tardivamente per nuova zona sismica.

L'Agenzia delle Entrate ha affrontato una nuova questione relativa all'applicazione del...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto