Novità Irpef - Ires
21 Settembre 2012

Somme soggette a ritenuta d’acconto corrisposte dall’Amministrazione della Corte Costituzionale e della Presidenza della Repubblica: tutte le regole per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Scarica il pdf

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 17 settembre 2012, sono state definite le modalità di trasmissione all’Agenzia delle Entrate, da parte dell’Amministrazione della Corte Costituzionale, degli elenchi nominativi di coloro ai quali l’Amministrazione medesima, nel 2011, ha corrisposto somme e valori soggetti a ritenuta d’acconto.

In particolare, i dati fiscali dei percipienti ed i dati previdenziali degli iscritti all’assicurazione obbligatoria, inseriti negli elenchi suddetti, devono essere trasmessi per via telematica entro il 30 settembre 2012, utilizzando le specifiche tecniche previste per la trasmissione telematica del modello 770/2012 Semplificato.

L’Amministrazione della Corte Costituzionale deve, altresì, consegnare le buste contenenti i modelli 730-1 dei soggetti ai quali è stata prestata l’assistenza fiscale nel 2012, secondo le modalità seguite dai sostituti d’imposta in generale o secondo le modalità definite dall’articolo 3 del Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate dell’11 febbraio 2004.

Viene lasciato spazio alla possibilità di diversi accordi tra l’Amministrazione della Corte Costituzionale e l’Agenzia delle Entrate per la definizione di diversi termini e modalità di trasmissione.

Un Provvedimento di analogo contenuto è stato adottato il 17 settembre 2012 dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, con riferimento alla comunicazione delle somme e valori soggetti a ritenuta d’acconto, corrisposti nel 2011, dall’Amministrazione della Presidenza della Repubblica.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
30 Aprile 2021
Superbonus e contributi pubblici per la ricostruzione: sì alla cumulabilità

L'Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 28 del 23 aprile 2021, si è occupata della...

30 Aprile 2021
Il dipendente di una società italiana che risiede nel Paese estero e lì opera con il telelavoro non paga tasse in Italia

Quale regime fiscale è applicabile al lavoratore dipendente di una società italiana che...

30 Aprile 2021
Agevolazioni del Decreto Crescita 2019: non si considerano le vendite di immobili in corso di costruzione

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto