Novità Irpef - Ires
11 Marzo 2011

L’assegnazione di azioni proprie ai soci equivale ad aumento gratuito di capitale. Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate.

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 26 del 7 marzo 2011, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito relativo al trattamento fiscale da applicare all’operazione di assegnazione di azioni proprie da parte di una società per azioni in favore di un’altra società per azioni che è socia della prima ed adotta i principi internazionali IAS.

In primo luogo, l’Agenzia ha affermato che, per i soggetti obbligati o facoltizzati all’adozione delle regole di contabilità internazionale, l’acquisto di azioni proprie determina una restituzione dei conferimenti ai soci, con effetti in termini di riduzione del patrimonio sociale.

Ai fini fiscali, l’assegnazione di azioni proprie è assimilabile ad un aumento gratuito di capitale mediante passaggio di riserve a capitale. Viene richiamato, al riguardo, l’articolo 47, comma 6, del TUIR che dispone che, nel caso di aumento del capitale, le nuove azioni gratuite non costituiscono utili per i soci.

Il valore fiscale della partecipazione rimane invariato, mentre la società che detiene la partecipazione disporrà di un numero maggiore di azioni il cui valore unitario risulterà ridotto.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate precisa che, per le Banche e gli altri enti e società finanziari, ai sensi dell’articolo 6, comma 1, del Decreto Legislativo n. 446 del 1997, la base imponibile è costituita da una serie di voci di conto economico individuate nella disposizione medesima. Dall’esame della disposizione in questione risulta che l’assegnazione delle azioni proprie non genera reddito che concorre alla formazione della base imponibile IRAP.         

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
30 Aprile 2021
Superbonus e contributi pubblici per la ricostruzione: sì alla cumulabilità

L'Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 28 del 23 aprile 2021, si è occupata della...

30 Aprile 2021
Il dipendente di una società italiana che risiede nel Paese estero e lì opera con il telelavoro non paga tasse in Italia

Quale regime fiscale è applicabile al lavoratore dipendente di una società italiana che...

30 Aprile 2021
Agevolazioni del Decreto Crescita 2019: non si considerano le vendite di immobili in corso di costruzione

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto