Novità Irpef - Ires
5 Marzo 2011

Il Decreto Milleproroghe e’ legge.

Scarica il pdf

Il Decreto Legge 29 dicembre 2010, n. 225 (Decreto Milleproroghe) è stato convertito nella Legge n. 10 del 26 febbraio 2011, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della stessa data.

La nuova disciplina introdotta dal provvedimento riguarda non solo le proroghe di termini previsti da disposizioni legislative, ma anche norme che modificano regimi tributari e previsioni rivolte alla risoluzione di problematiche specifiche.

Ricordiamo qui alcune novità:

– Sospensione fino al 30 giugno 2011 dei versamenti tributari e contributivi dovuti dai soggetti colpiti dall’alluvione in Veneto (in precedenza la sospensione era prevista fino al 20 dicembre 2010). Come precisato in una Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate (Risoluzione n. 14 dell’11 febbraio 2011 – vedi newsletter Misterfisco del 21 febbraio 2011)   
la sospensione non riguarda gli adempimenti ed i versamenti che devono essere effettuati dai sostituti d’imposta.

– Rinviate ulteriormente le rate in scadenza nel periodo compreso tra il 1° gennaio ed il 31 ottobre 2011, dei professionisti, degli imprenditori e delle società con volume d’affari fino a duecentomila Euro delle aree colpite dal terremoto in Abruzzo. Gli altri adempimenti tributari potranno essere effettuati entro il mese di dicembre del 2011.

– Prorogati gli incentivi fiscali in favore dell’industria cinematografica (crediti d’imposta e detassazioni degli utili) fino al 31 dicembre 2013.

– L’agevolazione fiscale prevista in favore degli esercenti di impianti di distribuzione di carburante (deduzione forfetaria dal reddito d’impresa di una percentuale dei ricavi) sarà fruibile anche per il 2011.

– Prorogato al 30 aprile 2011 (in precedenza era stato fissato al 30 dicembre 2010) il termine per la presentazione delle dichiarazioni di aggiornamento catastale delle cosiddette “case fantasma”.

– Applicazione anche al 2011 del cinque per mille, con le stesse regole applicate nel 2010.

– Il contribuente che ha ottenuto una dilazione di pagamento da Equitalia potrà ottenere una proroga ulteriore fino a 72 mesi se riuscirà a provare che vi è stato un peggioramento della propria situazione rispetto al momento nel quale ha ottenuto la prima dilazione.

– Dal 1° luglio 2011, riguardo ai fondi comuni di investimento, non verrà più applicata l’imposta sostitutiva del 12,5 % sul risultato conseguito (“maturato”), ma la tassazione sarà sul “realizzato” ed in capo direttamente ai partecipanti. La tassazione si sposterà, quindi, al momento della distribuzione dei proventi, del riscatto, della liquidazione o della cessione della quota di partecipazione.   

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto