Novità Irpef - Ires
6 Luglio 2013

Contributi a consorzi obbligatori: continuano ad essere deducibili se i redditi dei relativi immobili, prima dell’Imu, rientravano nel reddito complessivo.

Scarica il pdf

L’Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 44 del 4 luglio 2013, ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla questione della deducibilità dei contributi versati a consorzi obbligatori per legge, a seguito dell’introduzione, a partire dal 1° gennaio 2012, dell’Imu in sostituzione dell’Irpef per gli immobili non locati e non affittati (il cui reddito concorreva prima al reddito complessivo).

L’Agenzia delle Entrate ha affermato che la deducibilità dei contributi in questione dal reddito complessivo del contribuente è possibile nei casi in cui, in assenza dell’Imu, i redditi degli immobili sui quali gravano i contributi medesimi avrebbero concorso al reddito complessivo e qualora i contributi obbligatori non siano stati considerati nella determinazione della rendita catastale.

Diversa situazione è quella nella quale il reddito derivante dall’immobile locato è assoggettabile al regime della cedolare secca. In questo caso, l’opzione per la cedolare secca preclude la fruizione della deduzione.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
23 Luglio 2021
Decreto Sostegni bis: ecco le modalità di applicazione del credito d’imposta per sanificazione ed acquisto dispositivi di protezione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 15 luglio 2021, sono...

23 Luglio 2021
Bonus facciate: sì ad interventi su parapetti dei balconi.

Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo all'applicazione del "bonus...

23 Luglio 2021
Sisma bonus per acquirenti: sì se l’asseverazione è presentata tardivamente per nuova zona sismica.

L'Agenzia delle Entrate ha affrontato una nuova questione relativa all'applicazione del...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto