Novità Irpef - Ires
11 Marzo 2011

Bonus e stock options: istituito il codice tributo per il versamento dell’addizionale da parte dei dipendenti.

Scarica il pdf

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 29 del 9 marzo 2011, ha istituito il codice tributo per il versamento, mediante il modello F24, dell’addizionale sui compensi a titolo di bonus e stock options.

L’articolo 33 del Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122 del 30 luglio 2010, ha previsto che sui compensi erogati a titolo di bonus e stock options che eccedono il triplo della parte fissa della retribuzione, attribuiti ai dirigenti ed ai titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa nel settore finanziario, è applicata una aliquota addizionale del 10 %.

Con la Risoluzione n. 1 del 4 gennaio 2011 erano stati, poi, istituiti dall’Agenzia delle Entrate i codici tributo per il versamento dell’addizionale trattenuta dal sostituto d’imposta.

Con la Circolare n. 4 del 15 febbraio 2011, l’Agenzia aveva provveduto a chiarire che nel caso in cui il datore fosse un soggetto estero, non tenuto agli obblighi di sostituzione in Italia, avrebbe dovuto essere il lavoratore residente a determinare e versare la maggiore imposta dovuta, seguendo le medesime modalità previste per il versamento dell’Irpef.      

E’ stato, quindi, istituito il codice tributo “1684” che i dipendenti devono utilizzare nei casi nei quali devono effettuare autonomamente tale versamento.

L’Agenzia ha, altresì, precisato che il codice tributo in questione è esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “Importi a debito versati”. Nel campo “Anno di riferimento” deve essere indicato l’anno al quale si riferisce l’addizionale. In caso di pagamento rateale, nel campo “rateazione/regione/prov./mese rif.” deve essere riportato il numero della rata in pagamento seguito dal numero complessivo delle rate. Nel caso, invece, di pagamento in un’unica soluzione, nel suddetto campo va inserito il codice “0101”.

 

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
30 Aprile 2021
Superbonus e contributi pubblici per la ricostruzione: sì alla cumulabilità

L'Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 28 del 23 aprile 2021, si è occupata della...

30 Aprile 2021
Il dipendente di una società italiana che risiede nel Paese estero e lì opera con il telelavoro non paga tasse in Italia

Quale regime fiscale è applicabile al lavoratore dipendente di una società italiana che...

30 Aprile 2021
Agevolazioni del Decreto Crescita 2019: non si considerano le vendite di immobili in corso di costruzione

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto