Irpef - Ires
1 Gennaio 1970

Lavoro autonomo – Qual è il regime fiscale dei rimborsi spese e come vengono indicati in fattura?

Scarica il pdf

Le anticipazioni fatte in nome e per conto del cliente (devono essere documentate) non sono soggette né ad IVA né alla ritenuta d’acconto.

Il vitto e l’alloggio (documentate e fuori dal territorio comunale) sono soggetti ad IVA e alla ritenuta.

I rimborsi forfetari (es: indennità chilometriche, diarie, ecc.) sono soggetti ad IVA ed alla ritenuta.

La percentuale IVA che si applica è 20.

La percentuale IRPEF applicabile è 20 ( a titolo d’acconto).

Le spese sostenute devono essere indicate nella nota spese allegando tutte le ricevute e la stessa nota deve essere firmata dal professionista. Se l’importo complessivo della nota supera Euro 77,47 va applicato il bollo di Euro 1,29.

Leggi la definizione di:
Dichiarazione dei redditi
Reddito
Imposta
Imposte dirette
Irpef- Ire
Irpeg – Ires

Consulta la normativa su:
Testo unico delle Imposte sui Redditi

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto