NULL
Altre Novità
12 Aprile 2014

Tari: i Comuni possono richiedere l’acconto anche in mancanza di apposito regolamento

Scarica il pdf

Con una Nota del 24 marzo 2014, il Dipartimento delle Finanze ha chiarito che non è necessaria l’introduzione di un’apposita disposizione legislativa affinché i Comuni possano richiedere il versamento di acconti relativi alla Tari.

I Comuni, infatti, nell’esercizio della loro potestà regolamentare, sono liberi di determinare le modalità di riscossione della tassa, con l’unico limite del necessario rispetto della previsione di almeno due rate semestrali.

La conclusione espressa dal Dipartimento delle Finanze è che i Comuni, anche nelle more dell’approvazione della delibera regolamentare di disciplina della Tari, potranno stabilire di riscuotere il tributo con un numero diverso di rate, anche di differente importo, e potranno eventualmente prevedere il versamento di acconti sulla base degli importi versati nell’anno precedente.

Articoli correlati
17 Maggio 2024
La nuova Riforma Fiscale, il parere del Dott. Scalia.

E' in via di definizione la nuova riforma fiscale, e per capire lo stato dell'arte,...

17 Maggio 2024
Bonus badanti: accesso ai servizi per i lavoratori domestici.

Sul sito dell’INPS vi è una sezione telematica dedicata ai lavoratori domestici...

17 Maggio 2024
Tax credit ReS al via le iscrizioni all’Albo

Una volta registrati sulla piattaforma fornita dal Mimit, gli interessati ad iscriversi...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto