Altre Novità
22 Marzo 2014

Rateazione delle somme dovute dai contribuenti: le norme più favorevoli trovano applicazione anche ai piani già vigenti

Scarica il pdf

Nella Risoluzione n. 32 del 19 marzo 2014, l’Agenzia delle Entrate ha fornito dei chiarimenti in merito all’applicazione dell’articolo 52, comma 1, lett. a), n. 2) del Decreto Legge n. 69 del 21 giugno 2013 (cosiddetto “Decreto Fare”), con il quale è stato portato da due ad otto il numero delle rate il cui mancato pagamento determina la decadenza dal beneficio della rateazione. 

La questione è sorta, in particolare, riguardo all’applicabilità della nuova norma ai piani di rateizzazione già operanti alla data di entrata in vigore del Decreto Legge (22 giugno 2013).

L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che il medesimo Decreto ha previsto, in caso di rateazione delle somme iscritte a ruolo, che, qualora il contribuente si trovi, per ragioni estranee alla propria responsabilità, in una comprovata e grave situazione di difficoltà legata alla congiuntura economica, la rateazione possa essere aumentata fino a 120 rate mensili. 

Con riguardo a tale novità, è previsto espressamente nel Decreto di attuazione, datato 6 novembre 2013, che anche i piani di rateazione già accordati alla data di entrata in vigore del Decreto Legge possano, su richiesta del debitore ed in presenza delle condizioni previste dalla normativa, essere aumentati fino a 120 rate.

La conclusione alla quale è giunta l’Agenzia delle Entrate è, quindi, che, dal momento che la stessa ratio è sottesa alla novità normativa in esame (aumento del numero delle rate il cui mancato pagamento determina la decadenza dal beneficio della rateazione), questa trova applicazione anche ai piani di rateazione già in essere alla data di entrata in vigore del “Decreto Fare”.

Articoli correlati
17 Settembre 2021
La costituzione della start-up innovativa

La costituzione della start-up innovativa: necessario l’intervento del notaio? Il...

17 Settembre 2021
Contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni bis: più tempo per presentare la dichiarazione dei redditi.

Con un Comunicato Stampa del 6 settembre 2021, il Ministero dell'Economia e delle...

17 Settembre 2021
Credito d’imposta per locazioni non abitative: nuovo modello per la comunicazione della cessione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 7 settembre 2021 sono...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto