calcolatrice 5

Legge di Stabilità per il 2016: i chiarimenti sulle agevolazioni fiscali

0 Flares 0 Flares ×

Nella Circolare n. 20 del 18 maggio 2016, l’Agenzia delle Entrate ha fornito diversi chiarimenti riguardo alle novità fiscali introdotte con la Legge di Stabilità per il 2016.

Il quinto capitolo della Circolare riguarda, in particolare, le diverse novità in materia di agevolazioni fiscali.

Nel primo paragrafo, l’Agenzia delle Entrate si occupa del credito d’imposta previsto in favore di coloro (persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di redditi d’impresa) che effettuano erogazioni liberali in denaro in favore degli istituti del sistema nazionale di istruzione per la realizzazione di nuove strutture scolastiche, per la manutenzione ed il potenziamento delle strutture scolastiche già esistenti e per il sostegno ad interventi che migliorino l’occupabilità degli studenti. Il credito d’imposta in questione era già previsto dalla Legge n. 107 del 13 luglio 2015, ma con la Legge di Stabilità per il 2016 ne è stata posticipata di un anno l’entrata in vigore. Il credito d’imposta è pari al 65 % delle erogazioni liberali effettuate nel 2016 e nel 2017 ed è pari al 50 % delle erogazioni liberali effettuate nel 2018. Non è cumulabile con altre agevolazioni previste per le medesime spese e le spese che possono beneficiare dell’agevolazione non devono superare il limite di 100.000 Euro per ciascun periodo d’imposta. Il credito d’imposta, inoltre, è ripartito in tre quote annuali di pari importo e coloro che sono titolari di redditi d’impresa potranno utilizzarlo in compensazione nel modello F24. I soggetti beneficiari delle erogazioni liberali dovranno dare pubblica comunicazione delle somme ricevute e della loro destinazione ed utilizzo, tramite il proprio sito web istituzionale e nel portale telematico del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Il secondo paragrafo riguarda il credito d’imposta per le erogazioni liberali in favore della cultura (cosiddetto “Art-Bonus”). Il credito d’imposta in questione è stato introdotto dal Decreto Legge n. 83 del 31 maggio 2014. In virtù di quanto stabilito dalla Legge di Stabilità per il 2016, l’agevolazione è ora permanente. La disciplina attuale, inoltre, prevede che la misura del credito d’imposta sia del 65 % per tutte le erogazioni liberali effettuate a partire dal 1° gennaio 2014.

Nel terzo paragrafo vengono forniti chiarimenti riguardo al credito d’imposta previsto per le spese di ristrutturazione degli alberghi, istituito dal Decreto Legge n. 83 del 31 maggio 2014 (cosiddetto “bonus alberghi”). In particolare, la nuova disciplina introdotta con la Legge di Stabilità per il 2016 stabilisce che il credito d’imposta in questione possa essere riconosciuto anche nei casi in cui dagli interventi di ristrutturazione consegua un aumento della cubatura, purché sia rispettata la normativa vigente in materia.

Il quarto paragrafo riguarda le modifiche in materia di agevolazioni per il settore cinematografico, il quinto paragrafo l’istituzione del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, il sesto paragrafo l’istituzione di una zona franca urbana in Lombardia nei territori colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

Infine, il sesto capitolo della Circolare è dedicato alle altre novità introdotte con la Legge di Stabilità per il 2016 e, in particolare, alle sanzioni per i Caf che rilasciano sulle dichiarazioni dei redditi visti di conformità infedeli.