legge di Bilancio 2021 rinvio nuove imposte e abrogazione alcune esistenti

Legge di Bilancio per il 2021: rinviata l’applicazione di nuove imposte e abrogate imposte già esistenti

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre 2020 la Legge di Bilancio per il 2021 (Legge n. 178 del 30 dicembre 2020) contenente il bilancio di previsione per l’anno finanziario 2021 ed il bilancio pluriennale per il triennio 2021 – 2023. Nella Legge di Bilancio appena approvata sono presenti una serie di misure di rilevanza fiscale.

Ecco alcune disposizioni intervenute a rinviare l’applicazione di nuove imposte e a modificare o abrogare la disciplina di imposte già esistenti:

  • PLASTIC TAX (articolo 1, comma 1084, Legge n. 178 del 2020). E’ stata differita al 1° luglio 2021 l’entrata in vigore dell’imposta sui manufatti monouso realizzati con polimeri sintetici (imposta sui MACSI o Plastic tax). Inoltre, sono state introdotte alcune modifiche alla disciplina di tale nuova imposta. In particolare, è stata estesa l’applicazione di essa ai soggetti che intendono vendere i manufatti ottenuti per loro conto in impianti di produzione; è stata innalzata a 25 Euro la soglia di esenzione dal tributo; è stata attribuita la responsabilità solidale nel pagamento ai rappresentanti legali dei soggetti non residenti in Italia; sono state attenuate le sanzioni amministrative previste per il mancato o ritardato pagamento dell’imposta e per la tardiva presentazione della dichiarazione trimestrale in merito.
  • SUGAR TAX (articolo 1, comma 1086, Legge n. 178 del 2020). Differita al 1° gennaio 2022 l’applicazione dell’imposta sulle bevande analcoliche contenenti sostanze edulcoranti. Inoltre, la disciplina di tale nuova imposta è stata in parte modificata. In particolare, è stata ampliato l’ambito di applicazione soggettivo dell’imposta comprendendo in esso anche i soggetti che cedono le bevande in questione realizzate, per loro conto, da altri soggetti gestori degli impianti di produzione; sono state attenuate le sanzioni amministrative previste per il mancato o ritardato pagamento dell’imposta e per la tardiva presentazione della dichiarazione mensile prescritta.
  • ABROGAZIONE DELL’IMPOSTA SUL TRASFERIMENTO DI DENARO ALL’ESTERO (articolo 1, comma 1120, Legge n. 178 del 2020). E’ stata abrogata l’imposta sui trasferimenti di denaro all’estero effettuati mediante istituti di pagamento che offrono il servizio di rimessa di somme di denaro. L’imposta in questione era prevista dal Decreto Legge n. 119 del 23 ottobre 2018.
  • AUMENTO DELL’IMPOSTA DI CONSUMO SUI PRODOTTI SUCCEDANEI DEI PRODOTTI DA FUMO  (articolo 1, commi da 1124 a 1126, Legge n. 178 del 2020). E’ stata aumentata l’imposta di consumo sui prodotti succedanei dei prodotti da fumo, come le sigarette elettroniche, e sui tabacchi da inalazione senza combustione.