auto 8

Il Decreto crescita è legge: novità per gli incentivi per l’acquisto di veicoli meno inquinanti e per gli affitti brevi

0 Flares 0 Flares ×

E’ stato convertito in legge il Decreto Legge n. 34 del 30 aprile 2019 (cosiddetto “Decreto crescita 2019″) recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. La Legge di conversione è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 29 giugno 2019.

Il “Decreto crescita” prevede una serie di novità in ambito fiscale.

In particolare, qui evidenziamo:

  • L’ESTENSIONE DEGLI INCENTIVI PER LA ROTTAMAZIONE E L’ACQUISTO DI VEICOLI MENO INQUINANTI (articolo 10-bis del Decreto Legge n. 34/2019). Nuove regole in materia di incentivi all’acquisto di veicoli meno inquinanti. In virtù della nuova disposizione, è riconosciuto a tutti coloro che acquistano ed immatricolano in Italia un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica delle categorie da L1e a L7e e che consegnano per la rottamazione un veicolo appartenente alle medesime categorie del quale siano proprietari o intestatari da almeno dodici mesi, o del quale sia proprietario o intestatario da almeno dodici mesi un familiare convivente, un contributo pari al 30 % del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 3.000 Euro nel caso in cui il veicolo consegnato per la rottamazione sia della categoria euro 0, 1, 2 o 3. E’ stato, quindi, rimosso il limite di potenza di 11 kw che escludeva molti modelli.
  • LE NUOVE REGOLE IN MATERIA DI AFFITTI BREVI (articolo 13-quater del Decreto Legge n. 34/2019). E’ prevista l’istituzione presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo di una banca dati delle strutture ricettive e degli immobili destinati alle locazioni brevi che sono presenti sul territorio nazionale e che saranno identificati mediante un “codice identificativo” da utilizzare in ogni comunicazione riguardante l’offerta e la promozione dei servizi all’utenza. L’obbligo di pubblicazione del codice identificativo riguarda anche i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare ed i soggetti che gestiscono i portali telematici che mettono in contatto coloro che cercano immobili con persone che dispongono di immobili da locare.