Decreto Sostegni agevolazioni per le attività di ristorazione e nuovi termini per la Tari

Decreto Sostegni: agevolazioni per le attività di ristorazione e nuovi termini per la Tari

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 marzo 2021 il Decreto Legge n. 41 del 22 marzo 2021 (anche detto Decreto “Sostegni”) con il quale sono state introdotte misure urgenti in materia di sostegno alle imprese ed agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza Coronavirus.

Evidenziamo qui alcune misure rilevanti in ambito fiscale:

  • Il canone di abbonamento Rai speciale dovuto dalle strutture ricettive e nei casi in cui siano previsti la somministrazione ed il consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico sarà scontato nel 2021 del 30 %. E’ previsto, altresì, che nel caso in cui il pagamento sia stato già effettuato prima dell’entrata in vigore della nuova disposizione, possa essere riconosciuto all’interessato un credito d’imposta pari al 30 % di quanto versato. Si tratta di un credito d’imposta che non concorre alla formazione del reddito imponibile (articolo 6, Decreto Legge n. 41 del 2021).
  • Per gli esercizi di ristorazione è prorogata dal 31 marzo 2021 al 30 giugno 2021 l’esenzione dal pagamento del canone unico previsto dalla Legge di Bilancio per il 2020 (in sostituzione della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, dell’imposta comunale sulla pubblicità, del canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari e del canone per l’occupazione del suolo pubblico). Analogamente, i venditori ambulanti, fino al 30 giugno 2021, non dovranno versare il canone per l’occupazione delle aree e degli spazi destinati ai mercati (articolo 30, comma 1, Decreto Legge n. 41 del 2021).
  • Prorogate fino al 31 dicembre 2021 le procedure semplificate per la presentazione di domande di nuove concessioni per l’occupazione del suolo pubblico o di ampliamento delle superfici per le quali è stata riconosciuta la concessione e per la posa in opera temporanea su vie, piazze ed altri spazi aperti di strutture amovibili che favoriscano il rispetto del distanziamento sociale, come pedane, tavolini, ombrelloni (articolo 30, comma 1, Decreto Legge n. 41 del 2021).
  • Le amministrazioni locali avranno più tempo per approvare le tariffe ed i regolamenti della Tari e della tariffa corrispettiva per il 2021. In particolare, è stata riconosciuta una proroga fino al 30 giugno 2021 (articolo 30, comma 5, Decreto Legge n. 41 del 2021).