string(14) "sidebar attiva"
Altre Novità
30 Settembre 2022
5 Minuti di lettura

Decreto Aiuti ter: ecco i nuovi contributi in diversi settori per far fronte all’aumento dei costi.

Scarica il pdf

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 settembre 2022 il “Decreto Aiuti ter” (Decreto n. 144 del 23 settembre 2022) contenente ulteriori misure urgenti in materia di politica energetica nazionale, produttività delle imprese, politiche sociali e per la realizzazione del PNRR.

Evidenziamo qui le nuove misure adottate in diversi settori per fronteggiare l’incremento dei costi per l’acquisto di carburante e di energia.

DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE E REGIONALE (articolo 6 del Decreto Legge n. 144 del 2022).

Sono stati stanziati ulteriori 100 milioni di Euro per il riconoscimento di un contributo per l’incremento, rispetto al costo sostenuto nello stesso periodo del 2021, del costo sostenuto nel terzo quadrimestre del 2022, per l’acquisto del carburante per l’alimentazione dei mezzi di trasporto destinati al trasporto pubblico locale e regionale su strada, lacuale, marittimo o ferroviario. Queste risorse vanno ad incrementare il Fondo istituito dal “Decreto Aiuti bis” con una dotazione di 40 milioni di Euro per il secondo quadrimestre del 2022.

Con un Decreto che dovrà essere adottato dal Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze entro il 31 ottobre 2022 dovranno essere definiti i criteri di riparto delle risorse tra gli enti territoriali competenti per i servizi di trasporto pubblico interessati e le modalità per il riconoscimento da parte dell’ente concedente o affidante il servizio di trasporto pubblico alle imprese di trasporto pubblico locale e regionale.

DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI SPORT (articolo 7 del Decreto Legge n. 144 del 2022).

Come precisato nella nuova disposizione del “Decreto Aiuti ter”, la finalità è quella di far fronte alla crisi economica determinatasi a seguito dell’aumento dei costi dell’energia termica ed elettrica. La misura specifica consiste nell’incremento di 50 milioni di Euro per l’anno 2022 del Fondo istituito dalla Legge di Bilancio per il 2018 a sostegno dello sport. Le nuove risorse saranno destinate all’erogazione di contributi a fondo perduto per le associazioni e le società sportive dilettantistiche, per le discipline sportive, per gli enti di promozione sportiva e per le federazioni sportive, anche nel settore paralimpico, che gestiscono impianti sportivi e piscine.

Con un Decreto dell’Autorità politica delegata in materia di sport, che dovrà essere adottato entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del “Decreto Aiuti ter”, saranno individuati le modalità ed i termini di presentazione delle richieste di erogazione dei contributi, i criteri di ammissione, le modalità di erogazione e le procedure di controllo.

DISPOSIZIONI URGENTI IN FAVORE DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE (articolo 8 del Decreto Legge n. 144 del 2022).

Per sostenere gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti che gestiscono servizi socio-sanitari e sociali, svolti in regime residenziale e semi-residenziale, rivolti a persone con disabilità, nel far fronte all’aumento dei costi dell’energia termica ed elettrica nel terzo e quarto trimestre del 2022, è stato istituito un’apposito Fondo, con una dotazione di 120 milioni di Euro per l’anno 2022, per il riconoscimento di un contributo straordinario calcolato in proporzione ai costi sostenuti dagli enti nello stesso periodo del 2021.

Inoltre, per sostenere gli enti iscritti nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, le organizzazioni di volontariato e le Associazioni di Promozione Sociale coinvolte nel processo di trasmigrazione nel nuovo Registro e le Onlus iscritte alla relativa Anagrafe e non ricompresi tra gli enti beneficiari della prima misura, con riferimento ai maggiori oneri sostenuti nel corso del 2022 per l’acquisto della componente energia e del gas naturale, è stato istituito un’apposito Fondo, con una dotazione di 50 milioni di Euro per l’anno 2022, per il riconoscimento di un contributo straordinario calcolato in proporzione ai costi sostenuti nel 2021 per la medesima componente energia e gas naturale.

Con un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che dovrà essere emanato di concerto con l’Autorità politica delegata in materia di disabilità e con i Ministri dell’Economia e delle Finanze e del Lavoro e delle Politiche sociali, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del “Decreto Aiuti ter”, saranno individuati le modalità ed i termini di presentazione delle richieste di erogazione di tali contributi, le relative modalità di erogazione e le procedure di controllo.

I due tipi di contributi non sono cumulabili tra loro e non concorrono alla formazione del reddito d’impresa, né della base imponibile dell’Irap. Tali contributi sono cumulabili con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto gli stessi costi, a condizione che il cumulo non porti al superamento del costo sostenuto.

CONTRIBUTO ENERGIA E GAS PER CINEMA, TEATRI E ISTITUTI E LUOGHI DELLA CULTURA (articolo 11 del Decreto Legge n. 144 del 2022).

Nuova misura volta a mitigare gli effetti dell’aumento dei costi di fornitura di energia elettrica e gas sostenuti da sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche ed istituti e luoghi della cultura. Si tratta di uno stanziamento di 40 milioni di Euro per l’anno 2022.

Con un Decreto che dovrà essere adottato dal Ministro della Cultura entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del “Decreto Aiuti ter” saranno definite le modalità di ripartizione ed assegnazione di tali risorse. Tale contributo non è cumulabile con le altre agevolazioni previste dal primo capo del Decreto Legge (con il quale sono regolate tutte le misure in materia di energia).

DISPOSIZIONI PER LA GESTIONE DELL’EMERGENZA ENERGETICA DELLE SCUOLE PARITARIE (articolo 13 del Decreto Legge n. 144 del 2022).

Ulteriore misura per fronteggiare le maggiori esigenze connesse al fabbisogno energetico derivanti dall’eccezionale incremento del costo dell’energia. Questa volta destinatari della misura sono gli istituti scolastici paritari. La misura consiste nell’incremento di 30 milioni di Euro per l’anno 2022 dei contributi destinati agli istituti scolastici paritari.

DISPOSIZIONI PER IL SOSTEGNO DEL SETTORE DEL TRASPORTO (articolo 14 del Decreto Legge n. 144 del 2022).

Ancora un intervento per mitigare gli effetti economici derivanti dagli aumenti eccezionali dei prezzi dei carburanti. E’ stata autorizzata la spesa di 100 milioni di Euro per l’anno 2022, da destinare, entro il limite di 85 milioni di Euro, al sostegno del settore dell’autotrasporto di merci e, entro il limite di 15 milioni di Euro, al sostegno del settore dei servizi di trasporto di persone su strada.

Con un Decreto, che dovrà essere adottato dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del “Decreto Aiuti ter”, saranno definiti i criteri di determinazione, le modalità di assegnazione e le procedure di erogazione di tali risorse.

CONTRIBUTO UNA TANTUM IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI PATRONATO (articolo 15 del Decreto Legge n. 144 del 2022).

Al fine di sostenere le attività di assistenza prestate dagli istituti di patronato e di fronteggiare le ripercussioni economiche negative sulle stesse attività derivanti dall’eccezionale incremento del costo dell’energia, è stato introdotto in favore degli istituti di patronato un contributo una tantum, pari a 100 Euro per ciascuna sede centrale, regionale, provinciale e zonale, riconosciuta alla data di entrata in vigore del “Decreto Aiuti ter”, a parziale compensazione dei costi sostenuti per il pagamento delle utenze dell’energia elettrica e del gas.

Per poter ottenere il contributo è necessario presentare un’istanza, contenente l’elenco delle sedi per le quali si richiede il contributo stesso, al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del “Decreto Aiuti ter”. Il limite di spesa per questo intervento è stato fissato per il 2022 a 769.000 Euro.

Articoli correlati
25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

25 Novembre 2022
Compensi di lavoro sportivo: ecco le nuove regole dal 2023.

Con il Decreto Legislativo n. 163 del 5 ottobre 2022, pubblicato nella Gazzetta...

25 Novembre 2022
Rimborsi spese per spostamenti dei navigator: non si tratta di indennità di trasferta.

Con la Risoluzione n. 67 del 15 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto