scienza

Credito d’imposta per l’assunzione di personale altamente qualificato: definite le modalità di utilizzo ed istituito il codice tributo

0 Flares 0 Flares ×

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 16 febbraio 2015, sono stati definiti i termini e le modalità di fruizione del credito d’imposta previsto dall’articolo 24 del Decreto Legge n. 83 del 22 giugno 2012, convertito dalla Legge n. 134 del 7 agosto 2012, in favore delle imprese in caso di nuove assunzioni di personale altamente qualificato.

In particolare, il Decreto Legge del 2012 ha stabilito che le nuove assunzioni che permettono di ottenere il credito d’imposta sono le assunzioni a tempo indeterminato di personale in possesso di un dottorato di ricerca universitario o di personale in possesso di laurea magistrale in discipline di ambito tecnico o scientifico, impiegato in attività di ricerca e sviluppo.

Il credito d’imposta in questione, in base a quanto stabilito dall’articolo 1 del Provvedimento, è utilizzabile esclusivamente in compensazione nel modello F24. In particolare, il modello F24 deve essere presentato attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

All’articolo 2 del Provvedimento, inoltre, è previsto che il Ministero dello Sviluppo Economico trasmetta telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati identificativi di ciascun beneficiario e l’importo del credito concesso, oltre alle eventuali variazioni.

Per ciascun modello F24 ricevuto, l’Agenzia delle Entrate effettua dei controlli automatizzati. Nel caso in cui l’importo del credito d’imposta utilizzato risulti superiore all’ammontare del beneficio residuo o nel caso in cui l’impresa non rientri nell’elenco dei soggetti ammessi al beneficio, il modello F24 viene scartato e lo scarto viene comunicato al soggetto che ha trasmesso il modello F24 tramite un’apposita ricevuta, consultabile sul sito internet dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Con la Risoluzione n. 18 del 16 febbraio 2015, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta in questione.

Si tratta del codice tributo “6847“, denominato “Credito d’imposta a favore delle imprese per le assunzioni a tempo indeterminato di personale altamente qualificato – art. 24, del DL n. 83/2012″.

Il codice tributo deve essere inserito nella sezione “Erario”, in corrispondenza degli “importi a credito compensati”, o, nei casi nei quali il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna degli “importi a debito versati”. Inoltre, nel campo “anno di riferimento” deve essere indicato l’anno di assunzione del personale altamente qualificato.