NULL
Altre Novità
14 Settembre 2013

Tares: possibile per i Comuni la posticipazione della rate al 2014, ma la maggiorazione e’ sempre dovuta entro la fine del 2013.

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 9 del 9 settembre 2013, il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle modalità di riscossione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares).

Il Dipartimento delle Finanze ha evidenziato che entro la fine dell’anno in corso deve essere assicurato il gettito della maggiorazione standard del tributo in questione, riservata allo Stato. Il Comune deve, quindi, predisporre ed inviare ai contribuenti il modello di pagamento del tributo, costituito per l’ultima rata del 2013, esclusivamente dal modello F24 e dal bollettino di conto corrente postale, con l’indicazione separata delle somme dovute a titolo di tributo o tariffa e di maggiorazione.

Qualora il Comune abbia fissato la scadenza per il pagamento dell’ultima rata della Tares nel mese di dicembre, tale pagamento dovrà essere effettuato entro il 16 di tale mese.

Infine, nella Risoluzione è stato precisato che la scadenza del pagamento delle rate della Tares per il 2013 può essere eventualmente posticipata al 2014, fermo restando, come detto sopra, l’obbligo di versamento della maggiorazione entro la fine del 2013 e fermo restando l’accertamento contabile nell’esercizio 2013.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
17 Maggio 2024
La nuova Riforma Fiscale, il parere del Dott. Scalia.

E' in via di definizione la nuova riforma fiscale, e per capire lo stato dell'arte,...

17 Maggio 2024
Bonus badanti: accesso ai servizi per i lavoratori domestici.

Sul sito dell’INPS vi è una sezione telematica dedicata ai lavoratori domestici...

17 Maggio 2024
Tax credit ReS al via le iscrizioni all’Albo

Una volta registrati sulla piattaforma fornita dal Mimit, gli interessati ad iscriversi...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto