Pubblicati on line gli elenchi degli iscritti al cinque per mille per il 2012.

0 Flares 0 Flares ×

Con un Comunicato Stampa del 14 maggio 2012, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che sono stati pubblicati, sul proprio sito Internet, gli elenchi dei soggetti che hanno presentato domanda di iscrizione per la ripartizione del contributo del cinque per mille, per l’anno 2012.

Gli elenchi riguardano gli enti del volontariato, della ricerca scientifica e dell’Università, della ricerca sanitaria e le associazioni sportive dilettantistiche.

L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che entro il 21 maggio i legali rappresentanti degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche, presenti negli elenchi in questione, potranno richiedere, alla Direzione Regionale delle Entrate territorialmente competente, di correggere eventuali errori anagrafici. Entro il 25 maggio, l’Agenzia pubblicherà gli elenchi aggiornati, alla luce degli eventuali errori segnalati e corretti.

Inoltre, è stato ricordato che, entro il prossimo 2 luglio, i rappresentanti legali degli enti del volontariato presenti nell’elenco dovranno presentare, alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dalla quale risulti l’attestazione riguardo al possesso dei requisiti di ammissione all’elenco. Il modello della dichiarazione deve essere conforme a quello pubblicato on line e deve essere allegata la copia del documento di riconoscimento del rappresentante legale dell’ente.

I medesimi adempimenti devono essere effettuati, entro il medesimo termine, dai rappresentanti legali delle associazioni sportive dilettantistiche presenti nell’elenco, ma la documentazione deve essere presentata alla struttura del Coni territorialmente competente. Gli enti della ricerca scientifica e dell’Università dovranno, invece, presentare la documentazione al MIUR.

Infine, è stato ricordato che, a partire dall’anno finanziario 2012, gli enti che presentano la domanda di iscrizione e la documentazione integrativa in ritardo, ma entro il 1° ottobre di quest’anno, potranno comunque partecipare al riparto del cinque per mille, qualora versino la sanzione di 258 Euro e purché abbiano posseduto i requisiti sostanziali previsti dalla normativa di riferimento già alla data di scadenza per la presentazione della domanda di iscrizione, ossia alla data del 7 maggio, in caso di enti del volontariato e di associazioni sportive dilettantistiche, ed alla data del 30 aprile, in caso di enti per la ricerca scientifica e dell’Università o di enti della ricerca sanitaria.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.