Nuovo modello per la registrazione dei contratti di locazione e per gli adempimenti successivi.

0 Flares 0 Flares ×

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 10 gennaio 2013, pubblicato il 13 gennaio 2013, è stato approvato, unitamente alle relative istruzioni ed alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica, il modello da utilizzare, a partire dal 3 febbraio 2014, per la richiesta di registrazione dei contratti di locazione e di affitto di immobili e per gli adempimenti successivi (modello RLI).

Il modello in questione deve essere utilizzato anche per l’esercizio dell’opzione o della revoca della cedolare secca.

Il nuovo modello sostituisce il modello 69, esclusivamente in relazione alle richieste di registrazione dei contratti di locazione e di affitto di beni immobili; alle proroghe, alle cessioni ed alle risoluzioni dei contratti medesimi; alla comunicazione dei dati catastali ai sensi dell’articolo 19, comma 15, del Decreto Legge n. 78 del 31 maggio 2010; all’esercizio o alla revoca dell’opzione per la cedolare secca; alle denunce relative ai contratti di locazione non registrati, ai contratti di locazione con canone superiore a quello registrato o ai comodati fittizi.

Il modello deve essere presentato in via telematica, direttamente o tramite i soggetti autorizzati. La presentazione telematica può essere effettuata anche presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate da parte dei soggetti non obbligati alla registrazione telematica dei contratti di locazione.

Il modello può essere presentato per via telematica in forma semplificata, senza l’allegazione della copia del testo del contratto, qualora: vi sia un numero di locatori e di conduttori, rispettivamente, non superiore a tre; il contratto riguardi una sola unità abitativa ed un numero di pertinenze non superiore a tre; tutti gli immobili siano censiti con attribuzione di rendita; il contratto contenga esclusivamente la disciplina del rapporto di locazione e non comprenda ulteriori pattuizioni; il contratto sia stipulato tra persone fisiche che non agiscono nell’esercizio di un’impresa, arte o professione.

Il software che deve essere utilizzato per la presentazione del nuovo modello è denominato “Contratti di locazione e affitto di immobili (RLI)” ed è disponibile gratuitamente sul sito web dell’Agenzia delle Entrate. Fino al 31 marzo 2014, possono essere utilizzati anche gli altri programmi già in uso per la registrazione dei contratti di locazione e la comunicazione degli adempimenti successivi, come il software Siria.

Nel Provvedimento, è stato previsto un periodo transitorio, dal 3 febbraio 2014 al 31 marzo 2014, nel quale potrà continuare ad essere utilizzato il modello 69.

Nel Provvedimento del 10 gennaio 2013 è stato, altresì, indicato che la revoca dell’opzione per la cedolare secca possa essere esercitata in ciascuna annualità contrattuale successiva a quella nella quale è stata esercitata, mediante la presentazione del modello in questione entro il termine relativo al pagamento dell’imposta di registro relativa all’annualità di riferimento. La revoca comporta il versamento dell’imposta di registro dovuta per l’annualità di riferimento e per le successive.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.