Altre Novità
22 Gennaio 2011

La compensazione tra diverse imposte e’ ammessa anche per la riduzione degli acconti.

Scarica il pdf

Nella Sentenza n. 23787 del 24 novembre 2010, la Corte di Cassazione, respingendo il ricorso dell’Amministrazione finanziaria, ha riconosciuto l’ammissibilità della compensazione tra diverse imposte al fine di ridurre l’importo degli acconti.
In particolare, la Suprema Corte ha affermato che il principio della compensazione tra crediti e debiti verso lo Stato è un principio immanente nel nostro ordinamento, esistente anche prima della sua codificazione con l’art. 8 della Legge del 27 luglio 2000 n. 212 (Statuto dei diritti del contribuente), con talune limitazioni transitorie. 

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.
Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
14 Maggio 2021
Rimborsi per spese sostenute da lavoratori in smart working: tassabili se non collegati a criteri oggettivi.

L'Agenzia delle Entrate si è pronunciata nuovamente riguardo alla tassabilità dei...

14 Maggio 2021
Attestazioni rilasciate a medici che chiedono un indennizzo per isolamento da Covid: sì all’imposta di bollo.

Nuova questione affrontata dall'Agenzia delle Entrate. Si tratta dell'applicabilità...

14 Maggio 2021
Interventi in aree per fiere e convegni: quando è ammesso il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro?

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta a fornire nuovi chiarimenti riguardo...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto