Altre Novità
22 Gennaio 2011

Divieto di compensazioni in caso di ruoli scaduti di importo superiore a 1.500 Euro: per il momento non si applicano sanzioni.

Scarica il pdf

Con un Comunicato Stampa del 14 gennaio 2011, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non sono sanzionabili eventuali compensazioni effettuate in presenza di ruoli scaduti di importo superiore a 1.500,00 Euro, fino all’emanazione del Decreto attuativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze che andrà a disciplinare le modalità di compensazione delle somme iscritte a ruolo.
Tale chiarimento è stato reso necessario alla luce della disposizione contenuta all’art. 31, comma 1, del Decreto Legge n. 78 del 2010, nella quale è previsto che, a decorrere dal 1 gennaio 2011, la compensazione dei crediti relativi ad imposte erariali è vietata fino a concorrenza dell’importo dei debiti, di ammontare superiore a 1.500,00 Euro, iscritti a ruolo e per i quali è scaduto il termine di pagamento.    
L’esclusione temporanea della sanzione vale, però, a condizione che l’operazione di compensazione effettuata non vada ad intaccare la parte dei crediti necessaria al pagamento dei ruoli scaduti.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.
Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto