Approvato il modello IRIS per la registrazione telematica dei contratti di locazione senza cedolare secca

0 Flares 0 Flares ×

Con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 14 luglio 2011, è stato approvato il modello di denuncia per la registrazione per via telematica dei contratti di locazione di immobili ad uso abitativo e delle relative pertinenze e la liquidazione delle imposte di registro e di bollo (modello IRIS). Con il Provvedimento sono state, altresì, approvate le relative istruzioni e le specifiche tecniche di trasmissione del modello.

Nel Provvedimento è stato precisato che nel modello devono essere riportati i dati dei locatori e dei conduttori ed i dati catastali dell’abitazione e delle relative pertinenze, i dati utili alla registrazione del contratto riguardanti l’importo, la natura e la periodicità del canone, la tipologia del contratto, la data di stipula e la durata della locazione, oltre alle informazioni relative alla liquidazione delle imposte di registro e di bollo. Naturalmente tutti questi elementi riportati nel modello IRIS devono coincidere con quelli contenuti nel contratto di locazione.

E’ stato, inoltre, specificato che il modello in questione può essere utilizzato soltanto se il contratto di locazione da registrare presenta determinate caratteristiche: il numero dei locatori non deve essere superiore a tre e nessuno di essi deve aver esercitato l’opzione per la cedolare secca, il numero dei conduttori non deve essere superiore a tre, il contratto deve riguardare una sola unità abitativa e non più di tre pertinenze, gli immobili devono essere censiti con attribuzione di rendita, il contratto deve contenere soltanto la disciplina del rapporto di locazione e deve essere stipulato tra persone fisiche che non agiscono nell’esercizio di un’impresa, arte o professione, il contratto non deve dare diritto ad una riduzione della base imponibile per l’applicazione dell’imposta di registro.

Si ricorda che il modello deve essere presentato esclusivamente per via telematica all’Agenzia delle Entrate direttamente dai contribuenti abilitati ai servizi telematici o tramite gli intermediari abilitati.

Con il Provvedimento del 14 luglio sono stati anche modificati il modello e le istruzioni per la compilazione della denuncia per la registrazione telematica dei contratti di locazione di immobili ad uso abitativo e delle relative pertinenze con esercizio dell’opzione per la cedolare secca (modello SIRIA). Si tratta della correzione di alcuni errori materiali riscontrati successivamente alla pubblicazione del modello sul sito dell’Agenzia delle Entrate.    

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale