IAS 38 Attività immateriali – Informazioni integrative

Attività immateriali valutate dopo la rilevazione iniziale utilizzando il modello della rideterminazione del valore

124 Se le attività immateriali sono contabilizzate agli importi rideterminati, un’entità deve indicare quanto segue:

a) per classe di attività immateriali:

i) la data effettiva della rideterminazione del valore;
ii) il valore contabile delle attività immateriali rivalutate; e
iii) il valore contabile che sarebbe stato rilevato se la classe rideterminata di attività immateriali fosse stata valutata dopo la rilevazione utilizzando il modello del costo del paragrafo 74; e

b) l’ammontare dell’eccedenza di rivalutazione che fa riferimento alle attività immateriali all’inizio e alla fine dell’esercizio, indicando le variazioni avvenute nel corso dell’esercizio e qualsiasi limitazione relativa alla distribuzione agli azionisti.
c) [eliminato];

125 Può essere necessario aggregare le classi delle attività rivalutate in classi più ampie per finalità informative. Tuttavia, le classi non sono aggregate se ciò provoca una combinazione di una classe di attività immateriali che include gli importi valutati sia secondo il modello del costo, sia secondo il modello della rideterminazione del valore.

Torna all’Indice dello Ias 38 Attività immateriali

Torna all’Indice dei Principi contabili internazionali