rifiuti 4

Appalto per servizio di raccolta rifiuti: aliquota Iva agevolata per l’intero corrispettivo

0 Flares 0 Flares ×

Un nuovo quesito è stato sottoposto all’attenzione dell’Agenzia delle Entrate.

L’istante svolge l’attività di raccolta di rifiuti solidi non pericolosi. Ha concluso un contratto di appalto con due Comuni in base ai quali opererà sul loro territorio. Per garantire il servizio, l’istante impiegherà anche del personale dipendente di una società partecipata dai Comuni. Sono proprio i Comuni interessati dal servizio che corrisponderanno alla società partecipata il costo di tale personale.

Il quesito sottoposto all’attenzione dell’Agenzia delle Entrate riguarda il trattamento Iva da applicare al corrispettivo spettante all’istante per l’attività di raccolta di rifiuti svolta. In particolare, la richiesta di chiarimenti ha ad oggetto quella parte del corrispettivo relativa al costo del personale che la società partecipata vorrebbe addebitare direttamente all’istante.

La società istante ritiene che dovrebbe emettere un’unica fattura per l’intero servizio prestato al Comune appaltante, con applicazione dell’aliquota Iva del 10 % sull’intero corrispettivo pattuito, comprensivo anche del costo per il personale distaccato. Sarebbe decisiva in questa direzione, infatti, la circostanza che non intercorre alcun rapporto diretto di distacco del personale tra l’istante ed il Comune appaltante.

La conclusione espressa dall’Agenzia delle Entrate nella Risposta n. 224 del 5 luglio 2019 è che la società istante deve fatturare al Comune appaltante per lo svolgimento del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e non differenziati e per gli altri servizi di igiene pubblica esercitati un corrispettivo comprensivo anche del costo del personale distaccato presso la società istante, che sarà assoggettato all’aliquota Iva del 10 %.