Validità degli atti extracontabili nell’accertamento IVA: Sentenza della Cassazione

Con Sentenza 8 settembre 2006, n. 19329, la Corte di Cassazione si è espressa in merito alla possibilità di attribuire anche agli atti extracontabili qualità di elementi probatori nelle procedure di accertamento IVA.

In particolare, i Giudici hanno disposto che tali atti hanno validità ai fini dell’accertamento e ciò anche nei casi in cui la contabilità non presenti alcuna irregolarità. Unica condizione richiesta per la loro validità è che tali atti siano reperiti presso la società/mprenditore in modo legittimo.

Fonte:  www.seac.it
Articolo pubblicato in data 3.10.2006

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale