NULL
Novità Iva
11 Maggio 2001

Rimborso Iva da Dichiarazione tardiva

Scarica il pdf

La Risoluzione n. 60 dell’8.5.2001 dell’Agenzia delle Entrate ha chiarito la posizione di coloro che hanno vantano una richiesta di rimborso Iva in virtù di una dichiarazione Iva presentata con un ritardo superiore a 90 giorni.

Nonostante il ritardo faccia configurare l’omissione della dichiarazione, l’Agenzia delle Entrate si è uniformata ad alcune pronunce della Corte di Cassazione, ammettendo il rimborso del credito Iva.

Ciò non toglie che al contribuente sia irrogata una sanzione per omessa dichiarazione annuale Iva, per un minimo di Lit. 500.000 ad un massimo di Lit. 4.000.000, e che venga sottoposto ad accertamento induttivo.

Articoli correlati
26 Novembre 2021
Quando si può parlare di commercio elettronico indiretto e quali sono i relativi obblighi di certificazione?

Commercio elettronico indiretto ed obblighi di certificazione. A presentare l'istanza...

26 Novembre 2021
Eredi del professionista: quali sono gli obblighi Iva da adempiere?

Nel caso di morte del professionista, quali sono gli adempimenti Iva a carico degli...

26 Novembre 2021
Subentro nella locazione della casa del portiere: si può optare per la cedolare secca.

Il quesito posto all'Agenzia delle Entrate riguarda l'applicabilità della cedolare...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto