Novità Iva
20 Luglio 2007

Reverse charge anche in caso di codice ATECOFIN errato

Scarica il pdf

Con Risoluzione 13 luglio 2007, n. 172, l’Agenzia delle Entrate si è nuovamente espressa in merito all’applicabilità del meccanismo dell’inversione contabile IVA.

Nel caso oggetto di interpello, una Società svolge in via prevalente attività di produzione e posa in opera rientrante in determinato codice ATECOFIN 2004, mentre in via secondaria svolge attività di costruzione rientrante in un codice diverso. L’Agenzia ha espresso, al riguardo alcune considerazioni:

  • il meccanismo del reverse charge si applica solo in caso di subappalto e non in riferimento all’attività di fornitura con posa in opera;
  • ciò che rileva è l’attività effettivamente svolta, indipendentemente dal codice ATECOFIN comunicato all’Agenzia delle Entrate; allo stesso modo per qualificare un negozio giuridico come contratto d’appalto, è necessario verificare la volontà delle parti e gli effetti prodotti dal contratto stesso, e non limitarsi alla denominazione giuridica del rapporto.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
17 Settembre 2021
La costituzione della start-up innovativa

La costituzione della start-up innovativa: necessario l’intervento del notaio? Il...

17 Settembre 2021
Contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni bis: più tempo per presentare la dichiarazione dei redditi.

Con un Comunicato Stampa del 6 settembre 2021, il Ministero dell'Economia e delle...

17 Settembre 2021
Credito d’imposta per locazioni non abitative: nuovo modello per la comunicazione della cessione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 7 settembre 2021 sono...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto