NULL
Novità Iva
6 Novembre 2009

Procedure di reso nelle vendite on line: Risoluzione delle Entrate

Scarica il pdf

Con Risoluzione 5 novembre 2009, n. 274, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, ai fini IVA, la vendita on line dei beni consegnati tramite vettore o spedizioniere (il cosiddetto commercio elettronico indiretto), segue la stessa disciplina prevista per le vendite per corrispondenza; pertanto, non deve essere emessa fattura (salvo che non sia richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione) né sussiste l’obbligo di emettere la ricevuta o lo scontrino fiscale. Tuttavia, i corrispettivi delle vendite devono essere annotati nell’apposito registro (art. 24, D.P.R. n. 633/1972).

L’Amministrazione finanziaria ha poi ulteriormente precisato che, in caso di restituzione della merce, la variazione in diminuzione (art. 26, D.P.R. n. 633/1972) interessa esclusivamente le operazioni documentate con fattura, mentre per le cessioni effettuate senza certificazione fiscale, al fine di garantire la tracciabilità, occorre conservare i documenti dai quali risultino le generalità del soggetto acquirente, l’ammontare del prezzo rimborsato, il codice del bene acquistato e il codice di reso.

Infine, se l’acquisto on line è effettuato dai clienti comunitari, non soggetti passivi d’imposta nei propri Stati di residenza, si applica la disciplina delle vendite a distanza intracomunitarie (art. 41, D.L. n. 331/1993).

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
12 Aprile 2024
Hai ricevuto la busta paga e non ti è stata retribuita la festività per il giorno di Pasqua? Ecco il motivo

Molti lavoratori non hanno ricevuto in busta paga alcuna retribuzione per la...

12 Aprile 2024
Detrazione Irpef 2023 invariata per atenei non statali

Le regole relative alla detrazione Irpef per le spese universitarie sostenute presso...

12 Aprile 2024
Stock option da Oic a Ias/Ifrs, deducibili solo nell’anno di passaggio

Il passaggio dalle norme contabili nazionali (Oic) agli standard internazionali...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto