Novità Iva
8 Giugno 2013

Iva: nuove aliquote per i beni ceduti unitamente a prodotti editoriali e per gli alimenti e le bevande acquistati tramite distributori automatici.

Scarica il pdf

Nel Decreto Legge n. 63 del 4 giugno 2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 giugno 2013, sono state introdotte alcuna novità in materia di Iva, volte a reperire parte delle risorse finanziarie necessarie a coprire i maggiori oneri derivanti dalla proroga delle detrazioni per gli interventi di efficienza energetica e di ristrutturazione edilizia, disposta nel Decreto Legge medesimo.

Le novità fiscali introdotte sono:

– riguardo alle cessioni di beni unitamente a quotidiani, periodici e libri (articolo 19 del Decreto Legge), è stato stabilito che l’Iva dovrà essere applicata in ogni caso con l’aliquota del bene ceduto.

La normativa attuale prevedeva, invece, che venisse applicata l’Iva al 4 %, oltre che sui prodotti editoriali, anche sui supporti integrativi (dischi, videocassette, ecc.), quando il costo di quest’ultimi non fosse superiore al 50 % dell’intera confezione. Inoltre, era prevista l’applicazione dell’Iva al 4 % anche per i beni diversi dai supporti integrativi nel caso in cui il loro costo non fosse superiore al 10 % del prezzo dell’intera confezione.

E’ stata, inoltre, abrogata la disposizione che prevedeva la possibilità, semplicemente tramite autodichiarazione, di non considerare come supporti integrativi o altri beni, quei beni venduti congiuntamente ai prodotti editoriali e, quindi, la possibilità di applicare ad essi il trattamento riservato ai prodotti editoriali. In vigenza della precedente normativa, i beni venduti congiuntamente ai prodotti editoriali potevano essere qualificati come funzionalmente connessi al contenuto dei libri, quotidiani o periodici con i quali venivano venduti.

Le novità in questione si applicano ai prodotti editoriali consegnati o spediti a partire dal 1° gennaio 2014.

– riguardo alle somministrazioni di alimenti e bevande (articolo 20 del Decreto Legge), è stata innalzata al 10 % (prima al 4 %) l’Iva da applicare alle somministrazioni di alimenti e bevande effettuate mediante distributori automatici collocati in stabilimenti, ospedali, case di cura, uffici, scuole, caserme e altri edifici destinati a collettività.

Inoltre, dovrà essere applicata l’aliquota Iva ordinaria (e non più quella del 10 %) alle somministrazioni di alimenti e bevande effettuate mediante distributori automatici in luoghi diversi da quelli suindicati.

Anche queste novità troveranno applicazione alle operazioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2014.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
23 Luglio 2021
Decreto Sostegni bis: ecco le modalità di applicazione del credito d’imposta per sanificazione ed acquisto dispositivi di protezione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 15 luglio 2021, sono...

23 Luglio 2021
Bonus facciate: sì ad interventi su parapetti dei balconi.

Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo all'applicazione del "bonus...

23 Luglio 2021
Sisma bonus per acquirenti: sì se l’asseverazione è presentata tardivamente per nuova zona sismica.

L'Agenzia delle Entrate ha affrontato una nuova questione relativa all'applicazione del...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto