NULL
Novità Iva
30 Aprile 2009

Inapplicabile l’aliquota IVA del 10% ai restauri archeologici: Risoluzione delle Entrate

Scarica il pdf

Con Risoluzione 28 aprile 2009, n. 113, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’aliquota IVA del 10% prevista dal punto 127-quaterdecies) della Tabella A, parte III, allegata al D.P.R. n. 633/1972 in favore degli interventi di recupero del patrimonio edilizio non è applicabile ai lavori di restauro e recupero di aree e manufatti archeologici.

La norma citata ha infatti la finalità di agevolare solo determinati interventi edilizi tesi al recupero delle abitazioni in stato di degrado, nonché alla rivalorizzazione di quei fabbricati in cui si svolgono attività complementari alla vita delle famiglie, quali, ad esempio, gli uffici, le scuole, le infrastrutture sanitarie, lotti, isolati, reti stradali, etc.

Date tali premesse, ne deriva che non possono essere ricompresi nella categoria di tali immobili le aree ed i manufatti archeologici.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

25 Novembre 2022
Compensi di lavoro sportivo: ecco le nuove regole dal 2023.

Con il Decreto Legislativo n. 163 del 5 ottobre 2022, pubblicato nella Gazzetta...

25 Novembre 2022
Rimborsi spese per spostamenti dei navigator: non si tratta di indennità di trasferta.

Con la Risoluzione n. 67 del 15 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto