Novità Iva
7 Maggio 2010

Importazione di beni irregolari all’interno dell’UE: ai fini fiscali è decisivo il passaggio in dogana

Scarica il pdf

Con Sentenza 29 aprile 2010, n. C-230/08, la Corte di Giustizia UE ha stabilito che, nel caso in cui le merci introdotte irregolarmente nel territorio della Comunità europea vengano distrutte prima del superamento della dogana, l’importazione non si considera avvenuta e, pertanto, non sono dovuti dazi, accise ed IVA.

Il caso specifico riguardava la scoperta di alcune operazioni di contrabbando di sigarette intercettate in dogana ed avviate alla distruzione, per le quali la società garante del trasporto riteneva infondata la pretesa di tributi connessi all’importazione, in quanto le merci non sono mai effettivamente entrate nel territorio della Comunità.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
17 Settembre 2021
La costituzione della start-up innovativa

La costituzione della start-up innovativa: necessario l’intervento del notaio? Il...

17 Settembre 2021
Contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni bis: più tempo per presentare la dichiarazione dei redditi.

Con un Comunicato Stampa del 6 settembre 2021, il Ministero dell'Economia e delle...

17 Settembre 2021
Credito d’imposta per locazioni non abitative: nuovo modello per la comunicazione della cessione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 7 settembre 2021 sono...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto