Novità Iva
6 Ottobre 2008

Identificazione ai fini IVA in caso di compilazione di dichiarazioni doganali di esportazione

Scarica il pdf

L’Agenzia delle Dogane ha fornito importanti chiarimenti in tema di compilazione del modello D.A.U. da parte di soggetti non residenti in Italia.

Nel caso di esportazioni di merci consegnate in Italia a soggetti passivi comunitari con rilascio di fatture non imponibili ai sensi dell’ articolo 8, comma 1, lett. b), DPR n. 633/1972, i soggetti non residenti in Italia ed esercenti attività di impresa, arte o professione in altro Stato comunitario, possono operare nello Stato italiano solo se rispettano l’obbligo

  • di nomina di un rappresentante fiscale, (art.17, D.P.R. n. 633/1972);
  • in alternativa, di identificazione diretta (art.35 ter, D.P.R. n.633/1972).

L’Agenzia delle Dogane, nel richiamare la Circolare 11 dicembre 2006, n.11, ha chiarito che l’indicazione del numero di partita IVA nella dichiarazione di esportazione merci può essere omessa nel solo caso in cui non sussistano le condizioni previste dalle norme di cui sopra e se l’esportatore non agisce nell’esercizio d’impresa.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto