Novità Iva
29 Settembre 2007

Corte UE: niente frode IVA se contribuente in buona fede

Scarica il pdf

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha emesso tre Sentenze in merito alle frodi IVA nell’ambito di operazioni intracomunitariei:

  • Sentenza 27 settembre 2007, causa C-409/04: la cessione intracomunitaria è valida se il bene è spedito dal venditore in un altro Stato UE. Se i documenti di trasporto risultano falsi, il venditore non incorre in responsabilità se non è realmente provata la sua partecipazione alla frode;
  • Sentenza 27 settembre 2007, causa C-146/05: la presentazione tardiva della prova della cessione del bene non è sufficiente a dimostrare la frode, trattandosi di un elemento puramente formale: occorrono, invece, elementi oggettivi in grado di provarla;
  • Sentenza 27 settembre 2007, C-184/05: la prova del trasporto dei beni in un altro Stato membro deve essere fornita dal venditore stesso e non dallo Stato di provenienza dei beni.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
30 Aprile 2021
Superbonus e contributi pubblici per la ricostruzione: sì alla cumulabilità

L'Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 28 del 23 aprile 2021, si è occupata della...

30 Aprile 2021
Il dipendente di una società italiana che risiede nel Paese estero e lì opera con il telelavoro non paga tasse in Italia

Quale regime fiscale è applicabile al lavoratore dipendente di una società italiana che...

30 Aprile 2021
Agevolazioni del Decreto Crescita 2019: non si considerano le vendite di immobili in corso di costruzione

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto