NULL
Novità Iva
29 Settembre 2007

Corte UE: niente frode IVA se contribuente in buona fede

Scarica il pdf

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha emesso tre Sentenze in merito alle frodi IVA nell’ambito di operazioni intracomunitariei:

  • Sentenza 27 settembre 2007, causa C-409/04: la cessione intracomunitaria è valida se il bene è spedito dal venditore in un altro Stato UE. Se i documenti di trasporto risultano falsi, il venditore non incorre in responsabilità se non è realmente provata la sua partecipazione alla frode;
  • Sentenza 27 settembre 2007, causa C-146/05: la presentazione tardiva della prova della cessione del bene non è sufficiente a dimostrare la frode, trattandosi di un elemento puramente formale: occorrono, invece, elementi oggettivi in grado di provarla;
  • Sentenza 27 settembre 2007, C-184/05: la prova del trasporto dei beni in un altro Stato membro deve essere fornita dal venditore stesso e non dallo Stato di provenienza dei beni.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
12 Aprile 2024
Hai ricevuto la busta paga e non ti è stata retribuita la festività per il giorno di Pasqua? Ecco il motivo

Molti lavoratori non hanno ricevuto in busta paga alcuna retribuzione per la...

12 Aprile 2024
Detrazione Irpef 2023 invariata per atenei non statali

Le regole relative alla detrazione Irpef per le spese universitarie sostenute presso...

12 Aprile 2024
Stock option da Oic a Ias/Ifrs, deducibili solo nell’anno di passaggio

Il passaggio dalle norme contabili nazionali (Oic) agli standard internazionali...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto