NULL
Novità Iva
11 Giugno 2010

Consulenze fra società madre e figlia: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 4 giugno 2010, n. 13587, la Corte di Cassazione ha stabilito la non imponibilità ai fini IVA di consulenze effettuate da una società italiana alla casa madre all’estero.

Nella sentenza in oggetto, l’Amministrazione Finanziaria aveva contestato la natura delle prestazioni sulla base del contratto in essere fra le parti, determinandone quindi l’imponibilità ai fini IVA.

La Corte di Cassazione ha respinto quest’interpretazione, stabilendo che per determinare il tipo di rapporto intercorrente fra le due società “poiché preliminare alla qualificazione del contratto è la ricerca della comune volontà delle parti non è sufficiente l’interpretazione sulla base del contratto, ma la natura effettiva delle prestazioni.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
26 Novembre 2021
Quando si può parlare di commercio elettronico indiretto e quali sono i relativi obblighi di certificazione?

Commercio elettronico indiretto ed obblighi di certificazione. A presentare l'istanza...

26 Novembre 2021
Eredi del professionista: quali sono gli obblighi Iva da adempiere?

Nel caso di morte del professionista, quali sono gli adempimenti Iva a carico degli...

26 Novembre 2021
Subentro nella locazione della casa del portiere: si può optare per la cedolare secca.

Il quesito posto all'Agenzia delle Entrate riguarda l'applicabilità della cedolare...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto